Crisi, in Francia i “Paperoni” vogliono contribuire di più | T-Mag | il magazine di Tecnè

Crisi, in Francia i “Paperoni” vogliono contribuire di più

Anche in Francia si è in procinto di varare una manovra “lacrima e sangue”. Meno che dalle nostre parti, ma qualcosa di simile. Il motivo è anche quello di proporre un’immagine più solida del Paese a livello internazionale. Ma in Francia, più che in altri posti (esclusi gli esempi di Buffet negli Stati Uniti e di Montezemolo in Italia) un gruppo di “Paperoni” pubblicheranno un manifesto sul Nouvel Observateur in cui chiederanno una maggiore tassazione, loro che i soldi ce li hanno davvero. Sono in 16 al momento (tra questi vedi la proprietaria di L’Oréal, Liliane Bettencourt) e affermano: “Nel momento in cui il deficit di bilancio e le prospettive di peggioramento del debito pubblico minacciano il futuro della Francia e dell’Europa e nel momento in cui il governo chiede a tutti uno sforzo di solidarietà, ci sembra necessario contribuire. Siamo consapevoli di avere pienamente beneficiato del modello di sviluppo francese e dell’Europa, ai quali siamo fedeli. Tale contributo non è una soluzione in sé: deve far parte di un più ampio sforzo di riforma, sia sul fronte delle spese che su quello delle entrate”. Tuttavia, tengono anche a precisare, il loro contributo dovrà essere calcolato sulla base di proporzioni ragionevoli al fine di evitare “effetti economici indesiderabili, come la fuga dei capitali o la crescita dell’evasione fiscale”.

 

1 Commento per “Crisi, in Francia i “Paperoni” vogliono contribuire di più”

  1. […] per alcune nuove tasse al fine di racimolare in aggiunta undici miliardi di euro nel 2012. Della tassazione maggiorata ai super ricchi, avevamo già parlato. È notizia di queste ultime ore che Parigi abbia deciso, […]

Scrivi una replica

News

Censis: «600mila poveri in più. Covid peggiore il tenore di vita»

Dal rapporto Censis-Tendercapital emerge che «cinque milioni di italiani hanno difficoltà a mettere in tavola un pasto decente, 7 milioni e 600mila hanno avuto un…

23 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, una persona su cinque ha disturbi psichiatrici dopo la diagnosi

Circa una persona su cinque ha disturbi psichiatrici tra 14 e 90 giorni dopo la diagnosi di Covid-19. A rivelarlo uno studio condotto dal Dipartimento…

23 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Movimento 5 stelle, pubblicato il documento di sintesi degli Stati generali

Il Movimento 5 stelle ha pubblicato sul “Blog delle Stelle” il documento di sintesi degli Stati generali del movimento che si sono conclusi la scorsa…

23 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Libia, Italia e altri Ue: «Misure contro chi ostacola la pace»

«Francia, Germania, Italia e Regno Unito hanno ribadito oggi il loro pieno sostegno al processo guidato dalle Nazioni Unite per dare alla Libia nuove istituzioni…

23 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia