Rainews, il Codacons chiede la chiusura della testata. La nota del Cdr | T-Mag | il magazine di Tecnè

Rainews, il Codacons chiede la chiusura della testata. La nota del Cdr

“Il Codacons, associazione di consumatori che fa capo a Carlo Rienzi, ha chiesto al CdA Rai di chiudere Rainews ‘che ha un costo non indifferente’, o a trasformarlo completamente. A giustificare la richiesta che arriva come vera e propria diffida, il Codacons cita un presunto monitoraggio da cui avrebbe dato finora risultati inaccettabili”. È quanto si legge in un comunicato del comitato di redazione di Rainews.

“Rigettando come del tutto non fondate queste accuse – si legge ancora nella nota –, annunciamo querele penale e civile per il gravissimo danno all’immagine e all’onorabilità di giornalisti, tecnici, impiegati e di tutto il primo canale allnews italiano. Ma ci chiediamo anche quali consumatori il Codacons vuole difendere, nel momento in cui chiede proprio l’oscuramento di quel canale che, durante tutta l’estate appena trascorsa, ha garantito ai cittadini l’indispensabile e puntuale informazione su eventi fondamentali per la vita civile del Paese, quale, ad esempio, la crisi finanziaria e il confronto politico per il varo della manovra, anziché limitarsi a mandare in onda repliche come tutti gli altri canali”.

“Un attacco diretto – viene ancora spiegato – che arriva, curiosamente, proprio mentre la nostra Testata deve far fronte a un confronto difficile con i Vertici Aziendali, che vorrebbero deciderne il palinsesto inserendo programmi e rubriche avulse dal flusso unitario dell’informazione, e trasformandoci nei fatti in una Rete; settori aziendali che ignorano persino l’esistenza di un canale ‘allnews’ Rai, e parlano di un ‘progetto’ di allnews che dovrebbe affrontare la concorrenza ‘di successo’ di SkyTg24. Peccato – conclude la nota – che la Rai un’allnews già ce l’ha, e questa sì di successo, con una crescita negli ascolti pari al 300% nell’ultimo anno, battendo sistematicamente il concorrente diretto e garantendo a tutta l’Azienda la copertura informativa, anche meglio e prima di grandi network internazionali, durante le ore notturne, come abbiamo ripetutamente dimostrato. Se Rainews ha una colpa, è proprio di far fronte con successo a Sky, ma soprattutto di rappresentare un pericoloso avversario per TgCom24, l’allnews del Presidente del Consiglio, ormai prossimo alla partenza. Quanto all’accusa di costare molto, consigliamo al Codacons di verificare il bilancio della Testata, che ha proprio il pregio di costare pochissimo, sfruttando l’avanzata professionalità di giornalisti e tecnici preparati a utilizzare tutte le più recenti tecnologie e a reggere ritmi di lavoro che sostengono il confronto con qualunque struttura anche privata. La sua chiusura o ‘trasformazione’, magari secondo un nuovo progetto di canale, potrebbe sì, costare parecchio al Servizio Pubblico! Forse il Codacons farebbe bene a rivedere i suoi esperti in monitoraggio, spendendo in modo più proficuo i soldi dei suoi associati”.

 

Scrivi una replica

News

Emergenza sanitaria: dal 1° febbraio al supermercato e in farmacia senza Green Pass

Dal 1° febbraio per entrare nella maggior parte dei negozi servirà il Green Pass base, che si può ottenere anche soltanto con un test anti-genico…

21 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: in Italia circa ventimila ricoveri in area medica

La nuova ondata di contagi sta mettendo sotto pressione il sistema ospedaliero italiano: i pazienti “con” o “per” Covid-19 ricoverati in area medica sono circa…

21 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo oltre tre milioni di nuovi casi al giorno

A livello globale, tra il 13 e il 19 gennaio, i contagi giornalieri hanno superato i tre milioni, una cifra quintuplicata dalla scoperta della variante…

21 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, 70mila nuovi contagi in Israele

Sono quasi 70mila i nuovi casi registrati in Israele, dove salgono anche i malati gravi che sfiorano quota 638. Il dato dei contagi è il…

21 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia