La ricetta di Casini: “Berlusconi faccia un passo indietro” | T-Mag | il magazine di Tecnè

La ricetta di Casini: “Berlusconi faccia un passo indietro”

“Rivolgo un appello alle donne e agli uomini di buona volontà della maggioranza, perché evitino di aprire una pagina nera per l’Italia. Dobbiamo evitare lo spettro della Grecia perché altrimenti tutta la politica ne sarà travolta”. Questo in sintesi l’appello di Pier Ferdinando Casini dopo il declassamento del rating italiano da parte di S&P che, tradotto in altre parole, vuol dire una cosa soltanto: Berlusconi deve fare un passo indietro.
“Se l’Italia non ha subito giorni peggiori da questa crisi – sostiene il leader dell’Udc – ed ha mantenuto un minimo di credibilità internazionale è stato per l’azione del capo dello Stato che è stata sempre di terzietà e supplenza. Napolitano non è nella posizione, per Costituzione, di fare quello che tutti vorremmo facesse, ma ha svolto un’azione di supplenza richiamando alla sua responsabilità precisa il governo anche in questa manovra. Il silenzio del capo dello Stato – ha quindi aggiunto Casini – è semplicemente una delle dimostrazioni più forti del rischio che il Paese sta correndo. Non è un silenzio inoperoso, anzi se noi sapessimo tutto quello che lui probabilmente sta facendo gli saremmo ancora più grati”.
In sostanza, però, “l’Udc non sarà la crocerossina di questo governo. Non ha la volontà e nemmeno la tentazione, e anche se l’avesse è un governo inaiutabile. Serve un armistizio tra i partiti al fine di un nuovo governo con personalità che vengono dalla politica e hanno dato buona prova di sé a livello europeo e internazionale. Tutto quello che si muove è meglio della melma, se non ci sono le condizioni di un governo di ampia convergenza, meglio le elezioni. Mi auguro però che la politica abbia la capacità di capire ciò di cui il Paese ha bisogno”.

 

2 Commenti per “La ricetta di Casini: “Berlusconi faccia un passo indietro””

  1. […] le file dell’Udc, oltre a Casini, anche Rocco Buttiglione non risparmia critiche al governo dopo il declassamento del rating […]

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, inflazione CPI sotto le stime a maggio: 3,3%

A maggio l’inflazione CPI statunitense ha rallentato dal 3,4% al 3,3%. Rispetto al mese precedente l’indice dei prezzi al consumo è rimasto stabile, dopo il…

12 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Concommercio: in undici anni chiuso un negozio ogni quattro

Nell’arco degli ultimi undici anni ha chiuso i battenti il 25% dei negozi italiani. È quanto ricordato dal presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, nel corso…

12 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ortofrutta, export italiano su dell’1,6% nel I trimestre

Nel primo trimestre del 2024 l’ufficio studi di Fruitimpresa ha registrato un aumento dell’1,6% in volume delle esportazioni di prodotti ortofrutticoli italiani (+2,5% in valore)…

12 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dazi su auto elettriche, la Cina: «Difenderemo diritti delle nostre imprese»

La Cina «adotterà risolutamente tutte le misure necessarie per difendere con fermezza i diritti e gli interessi legittimi delle aziende cinesi». Cos’ il ministero del…

12 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia