Servono fatti concreti | T-Mag | il magazine di Tecnè

Servono fatti concreti

Essere prudenti è poco saggio
di Alberto Alesina e Francesco Giavazzi

A meno di due mesi dal suo insediamento, il nuovo governo spagnolo ha varato una riforma del mercato del lavoro che affronta alcune delle questioni che sono sul tavolo anche in Italia, a cominciare dalla situazione dei giovani. In Spagna la disoccupazione totale è molto più alta che in Italia (23% rispetto a 9%), ma il rapporto tra la disoccupazione dei giovani (28% in Italia e 48% in Spagna) e quella degli anziani è più grave nel nostro Paese. In Spagna il tasso di disoccupazione dei giovani è il doppio di quello dei lavoratori più anziani. In Italia il triplo.
La nuova legge spagnola accorcia la distanza fra contratti a tempo determinato e indeterminato modificando questi ultimi: il costo, per un’impresa, di licenziare un lavoratore a tempo indeterminato scende da un compenso corrispondente a 45 giorni lavorativi per ogni anno di servizio, a 33 giorni. Quindi, chi aveva un contratto a tempo indeterminato e lavorava da solo 6 mesi riceverà un ammontare equivalente a 16,5 giorni di lavoro. Se lavorava da dieci anni, un ammontare equivalente a 330 giorni (il compenso massimo è di due anni).

Continua a leggere su Il Corriere.it

 

Scrivi una replica

News

Recovery Fund, Conte: «Dobbiamo essere più ambiziosi»

«Dobbiamo essere più ambiziosi. Le risorse del Recovery Fund ci consentiranno di reinventare una nuova normalità, e in questa condizione la sostenibilità ambientale e il…

22 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Di Maio: «Nostro dovere mantenere la parola sulle riforme»

«Il nostro dovere è dimostrare di mantenere la parola e non solo con il taglio dei parlamentari ma con una legge elettorale che ci eviti…

22 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conti pubblici, Istat: «Nel 2019 rapporto deficit-Pil all’1,6%»

«L’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è pari nel 2019 a -1,6% (-2,2% nel 2018)». Lo ha reso noto l’ISTAT, l’Istituto nazionale…

22 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Ue: «Siamo delusi e preoccupati»

«Siamo molto delusi e preoccupati. Per favore amici di Londra basta giocare, il tempo sta per scadere e abbiamo bisogno di una base realistica su…

22 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia