Crisi economica, Codacons: “Governo non salga in cattedra e non dia lezioni sulle retribuzioni” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Crisi economica, Codacons: “Governo non salga in cattedra e non dia lezioni sulle retribuzioni”

Da un comunicato del Codacons si apprende che “le retribuzioni lorde per dipendente delle grandi imprese (quelle con più di 500 dipendenti) sono aumentate nella media del 2011 dello 0,7%, mentre il costo del lavoro è aumentato dello 0,8%.
Ancora una volta l’aumento dei salari è inferiore all’inflazione registrata nell’anno.
Per il Codacons è questo il problema dell’Italia: da quando è stato introdotto l’euro nel 2002, gli stipendi, i salari e le pensioni non sono stati salvaguardati dall’aumento del costo della vita. Nel confronto europeo, tabella Eurostat omogenea, l’Italia, checché ne dica il Governo, è sotto le media dell’area Euro, sotto la media Ue a 25, sotto Germania, Francia, Regno Unito, Belgio etc etc. Insomma unica novità, rispetto ai dati pubblicati lunedì sui giornali italiani, è la ben magra consolazione che siamo sopra a Spagna, Grecia e Cipro.
Ecco perché il Governo, invece di salire in cattedra credendo di poter dare lezioncine sui dati Eurostat, con precisazioni tecniche inutili che non cambiano la sostanza del problema, farebbe bene a fare finalmente una politica dei redditi, quella che è mancata dal 2002 ad oggi ed è già mancata con il Governo Monti, che ha avuto l’idea nefasta ed irresponsabile, previo pianto, di bloccare la rivalutazione delle pensioni e contestualmente prevedere innalzamento dell’Iva.
Inoltre è scandaloso che il Governo abbia fatto dietrofront proprio nella lotta al carovita, eliminando nel dl Cresci Italia tutte le liberalizzazioni che maggiormente avrebbero inciso nella spesa quotidiana dei pensionati e dei dipendenti, come quelle del commercio al dettaglio, facendo saltare i saldi liberi, o i farmaci di fascia C nei supermercati”.

 

Scrivi una replica

News

Referendum per il taglio dei parlamentari, il Viminale: «Ha votato il 53,84% degli aventi diritto»

Il ministero dell’Interno il dato definitivo sull’affluenza per il referendum sul taglio per i parlamentari. Ha votato il 53,84% degli aventi diritto. In quanto confermativo…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Referendum taglio parlamentari, Di Maio: «Raggiunto un risultato storico»

«Quello raggiunto oggi è un risultato storico». Lo ha scritto su Facebook il ministro degli Esteri ed ex capo politico del Movimento 5 stelle, Luigi…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, chi arriva in Italia da Parigi dovrà sottoporsi al tampone

Chi arriva in Italia da Parigi e da «altre aree della Francia con significativa circolazione del virus» deve sottoporsi al tampone. Lo ha stabilito un’ordinanza…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Unimpresa: «Dal 2010 ad oggi i prestiti alle imprese sono crollati di oltre 186 miliardi di euro»

Negli ultimi dieci anni, i prestiti delle banche italiane alle imprese sono diminuiti di oltre 186 miliardi di euro, passando dagli 856 miliardi di luglio 2010 ai 669…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia