Eredità di Dalla, il tribunale di Bologna nomina un curatore patrimoniale | T-Mag | il magazine di Tecnè

Eredità di Dalla, il tribunale di Bologna nomina un curatore patrimoniale

L’infarto che lo ha colpito nella mattinata di giovedì scorso non ha dato tempo a Lucio Dalla di lasciare un testamento. E così, dopo il funerale celebrato domenica 4 marzo a Bologna, nella basilica di San Petronio, è proprio l’eredità del cantautore emiliano ad attirare l’attenzione. Non c’è un testamento, ma c’è un eredità. Per venire a capo di questa situazione, il tribunale di Bologna ha nominato un curatore patrimoniale, Massimo Gambini, incaricato di analizzare lo stato patrimoniale di Lucio Dalla, verificando quello che c’è a tutela degli eredi. Successivamente, spetterà a dei notai, scelti dal tribunale, effettuare una ricognizione dei beni, visitando tutti i luoghi di proprietà.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Cina allenta restrizione sul Covid

La Cina ha reso noto che da oggi ci sarà un allentamento generale delle restrizioni sul Covid riducendo i requisiti obbligatori e la frequenza dei…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Superbonus, Enea: «Al 30 novembre detrazioni a 64 miliardi»

«E’ aumentato a 58,11 miliardi di euro, al 30 novembre, il totale degli investimenti ammessi alla detrazione del Superbonus al 110%; a fine ottobre erano…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Blinken: «Usa non hanno incoraggiato Kiev a colpire la Russia»

«Non abbiamo né incoraggiato né permesso agli ucraini di colpire all’interno della Russia». Lo ha reso noto il segretario di Stato americano Antony Blinken parlando…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, piano di attacco al Bundestag: arrestati 25 membri di un gruppo terroristico

Raid della polizia tedesca oggi in tutta la Germania dove sono stati arrestati 25 membri di un “gruppo terroristico” di estrema destra sospettato di pianificare…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia