Internet, Rapporto Akamai: “Italia primato della banda stretta” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Internet, Rapporto Akamai: “Italia primato della banda stretta”

Dati non certo confortanti, quelli che emergono dal Rapporto Akamai sull’ultimo trimestre del 2011, basato sull’analisi del 30% del traffico web. Secondo quanto riferisce il rapporto, il nostro Paese ha assistito, negli ultimi tre mesi dello scorso anno, ad una diminuzione della velocità media delle connessioni internet, con un calo di circa il 4%, a fronte di un aumento medio annuale che si aggira attorno al 12%. La velocità di connessione in Italia è pari a 3,9 Mbit/s, un dato ben lontano da quello del paese più veloce d’Europa, i Paesi Bassi, che si assestano sui 8,2 Mbit/s.
L’Italia, inoltre, è il paese con il più alto numero di connessioni a banda stretta (sotto i 256 kbit/s).

 

Scrivi una replica

News

Ue, rinnovato regime di sanzioni contro Isis e al-Qaeda

Il Consiglio dell’UE ha rinnovato oggi il regime di sanzioni contro l’Isis e al-Qaeda (che consistono tra le altre cose in un congelamento dei beni…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Nell’Ue, tra marzo e giugno, 168mila decessi in più rispetto alla media»

Tra marzo e giugno 2020, nei 26 Paesi dell’Unione europea che hanno reso disponibili i dati, sono stati registrati 168mila decessi in più rispetto al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Spadafora: «Su palestre, piscine e centri sportivi prevalsa scelta di buon senso»

«Palestre, piscine e centri sportivi restano aperti!». Ill ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, ha commentato così le misure contenute nell’ultimo…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo i contagi hanno superato i 40 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 40.076.184 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia