Sicilia, elezioni nel panico. Prima voti “corretti” al ribasso, poi il dietrofront che conferma i dati di lunedì | T-Mag | il magazine di Tecnè

Sicilia, elezioni nel panico. Prima voti “corretti” al ribasso, poi il dietrofront che conferma i dati di lunedì

Giornata convulsa quella che ha seguito l’election day in Sicilia. Al termine delle consultazioni per le elezioni amministrative che vedevano coinvolto anche il capoluogo Palermo, dalla Regione era arrivata la direttiva di correggere al ribasso tutte le percentuali, con conseguenti panico e delusione per i candidati eletti. Poi nel pomeriggio, dopo un’attenta analisi della normativa regionale, è arrivato il dietrofront: i dati diffusi lunedì sera erano da considerare validi.
A Palermo la gaffe non aveva cambiato il risultato elettorale, confermando il ballottaggio tra Leoluca Orlando e Fabrizio Ferrandelli, ma con quote molto al ribasso per entrambi. Problemi invece in alcuni centri, dove i sindaci eletti al primo turno erano stati mandati d’imperio dalla Regione al ballottaggio. Poi, come detto, tutto di nuovo come prima. Risultati validi ed eletti che hanno potuto tirare un sospiro di sollievo.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Gentiloni: «Nel quarto trimestre, ci sarà un significativo rallentamento dell’economia»

Le misure restrittive introdotte per contenere la diffusione del coronavirus «sono sfortunatamente necessarie ancora una volta per appiattire la curva» dei contagi anche se probabilmente…

27 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ecdc: in Belgio più alto tasso di contagi

Secondo quanto calcolato dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), è il Belgio il paese ad avere ora il più…

27 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, sciopero di 24 ore dei medici

La situazione legata alla gestione della pandemia in Spagna non registra ancora miglioramenti e i medici spagnoli hanno indetto uno sciopero di 24 ore per…

27 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, confermata dal Senato la nomina di Barrett alla Corte Suprema

Il Senato ha confermato la nomina della giudice Amy Coney Barrett alla Corte Suprema (Barrett ha giurato nella notte). Un via libera che ora porta…

27 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia