Attentato Brindisi, ha confessato l’uomo fermato mercoledì. Dubbi sul movente | T-Mag | il magazine di Tecnè

Attentato Brindisi, ha confessato l’uomo fermato mercoledì. Dubbi sul movente

La svolta nelle indagini dell’attentato a Brindisi era stata annunciata già nel tardo pomeriggio di mercoledì, ma la conferma è poi giunta nella notte. Giovanni Vantaggiato, l’uomo sospettato di essere il responsabile di quanto accaduto alcune settimane fa nella scuola Morvillo Falcone, ha confessato durante un lungo interrogatorio in Questura a Lecce.
Non si sa ancora molto, ma dalle prime indiscrezioni riportate dalle agenzie di stampa durante l’interrogatorio l’uomo avrebbe alternato momenti di lucidità ad altri di smarrimento, avrebbe ammesso di aver fatto tutto da solo, compresa la fabbricazione della bomba, e che l’attentato doveva essere un gesto dimostrativo contro il Tribunale di Brindisi, situato alle spalle dell’istituto per un torto subito, forse una truffa da 300 mila euro.

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, Trump: «Sono stati quattro anni incredibili»

«Sono stati quattro anni incredibili». Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in occasione del suo ultimo discorso a Washington, prima di…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, morto il ministro degli Esteri dello Zimbabwe

Il governo dello Zimbabwe ha reso noto che il ministro degli Esteri, Sibusiso Moyo ha perso la vita dopo aver contratto il coronavirus.…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Olanda annuncia primo coprifuoco dal dopoguerra

Il governo olandese, per contrastare la pandemia, ha annunciato il coprifuoco a partire da domani e sarà dalle 20.30 fino alle 4.30. Si tratta del…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Costa: «È la più grande sfida dal dopoguerra per l’Ue»

«Con la pandemia da Covid-19, l’Europa sta vivendo la sua più grande sfida dal dopoguerra. In meno di un anno, quasi mezzo milione di vite…

20 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia