Elezioni in Grecia: le reazioni dei partner europei, Fmi e Casa Bianca | T-Mag | il magazine di Tecnè

Elezioni in Grecia: le reazioni dei partner europei, Fmi e Casa Bianca

Le elezioni in Grecia hanno confermato la vittoria di Nuova Democrazia, addirittura rafforzandone la posizione: alle scorse elezioni aveva ricevuto il 18,9% dei voti, in questa tornata il 29,7%. Il leader, Antonis Samaras, a questo punto non dovrebbe avere difficoltà a formare un governo supportato stabilmente in parlamento, e potrà portare avanti le misure di austerity imposte dalla Ue.
L’Europgruppo, oltre ad aver fatto i complimenti al leader di Nuova Democrazia (e ad aver tirato un gran sospiro di sollievo), ha manifestato la speranza per la formazione veloce di un nuovo governo, ribadendo la necessità per il nuovo esecutivo di aderire al programma di salvataggio concordato col la Bce, Ue e Fondo monetario internazionale.
Il concetto è stato ripreso anche dalla Casa Bianca, che si è congratulata con il popolo greco per aver scelto (e votato) con chiarezza ed espresso l’importanza di una formazione rapida per affrontare i problemi economici del paese. Il portavoce Jim Carney ha affermato che gli Stati Uniti credono “che sia interesse di tutti che la Grecia resti nell’Eurozona e rispetti il programma di riforme”.
Il principio di collaborazione è intrinseco anche per il Fondo monetario internazionale (Fmi), il quale ha annunciato di essere pronto a dialogare con il nuovo governo e ad impegnarsi sulla strada per aiutare la Grecia a raggiungere i suoi obiettivi di riportare stabilità finanziaria, crescita economica e occupazione.
Per quanto riguarda la Germania, il ministro delle finanze Wolfgang Schaeuble ha avvalorato la tesi che il risultato mostra come il paese abbia votato per profonde riforme economiche e di bilancio, interpretando la decisione dei greci come la scelta di andare avanti con l’attuazione di riforme economiche e fiscali di ampia portata. La cancelliera tedesca Angela Merkel ha avuto direttamente un colloquio telefonico con il leader dei conservatori greci, Antonis Samaras. Si è congratulata per la vittoria alle elezioni e ha detto di aspettarsi che Atene rispetti gli obblighi europei.
Infine, in un comunicato congiunto del presidente del Consiglio d’Europa, Herman Van Rompuy, e quello della Commissione, Josè Barroso, si legge che “i greci hanno scelto, rispettiamo la loro scelta democratica in pieno e confidiamo che i risultati delle elezioni consentano la rapida formazione di un governo […]. Il secondo programma di aggiustamento economico accordato con l’Eurogruppo è la base su cui costruire una ripresa della crescita, della prosperità e per far ripartire l’occupazione del Paese. Siamo pronti a continuare ad assistere il Paese nel raggiungere questi obiettivi”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, la Francia anticipa il coprifuoco alle 18

Il virus continua a costringere i governi ad adottare misure più stringenti per contenere la pandemia: dopo la Cina, che ha imposto il lockdown in…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Paesi Bassi: si è dimesso il governo guidato da Rutte

Il governo olandese si è dimesso. Lo ha annunciato il premier Mark Rutte, in carica dal 2010. Fatale uno scandalo che ha coinvolto circa 20mila…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, misure più dure per entrare in Belgio dai Paesi extra Ue

Il Belgio, a causa del protrarsi della pandemia, ha inasprito le regole per l’ingresso dai Paesi extra Ue, incluso il Regno Uniti.  In concreto, ai…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Berlino: «Prendere molto sul serio la mutazione del virus»

«Il governo osserva con grande attenzione gli effetti della mutazione del Covid, che si è diffusa in Gran Bretagna e Irlanda, e anche i Laender…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia