La Fiat condannata per discriminazione, dovrà assumere 145 operai Fiom | T-Mag | il magazine di Tecnè

La Fiat condannata per discriminazione, dovrà assumere 145 operai Fiom

La Fiat è stata condannato alla “riassunzione”, nello stabilimento di Pomigliano, di circa 145 operai della Fiom. La colpa del Lingotto, secondo il giudice del lavoro di Roma, sarebbe quella di aver assunto un comportamento discriminatorio.
Il Tribunale dunque ha accolto il ricorso presentato dal sindacato dei metalmeccanici, per conto degli operai del sito campano dell’azienda automobilistica torinese, secondo cui il Lingotto non avrebbe “riassunto” nella Newco creata a Pomigliano “nessun lavoratore iscritto alla Fiom”. Allo stato attuale, infatti, secondo i conti delle tute blu della Cgil, “su 2.200 lavoratori assunti nessuno è iscritto alla Fiom”.
A riferire la decisione del giudice è stato l’avvocato che segue le vicende Fiom, Franco Focareta.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Draghi: «Curva epidemiologica sotto controllo grazie alla responsabilità dei cittadini»

«La curva epidemiologica è sotto controllo grazie al senso di responsabilità dei cittadini». Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi nelle comunicazioni al…

20 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Social media, Facebook vuole cambiare nome

Secondo i media, in particolare The Verge, Facebook potrebbe cambiare a breve il nome della società, slegandolo dal social network più famoso del gruppo. Alla…

20 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Russia, Putin non parteciperà a Cop 26 di Glasgow

Il presidente russo, Vladimir Putin, non parteciperà personalmente alla conferenza sul clima Cop 26 di Glasgow. L’annuncio arriva dal portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, il…

20 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «In Italia campagna vaccinale più spedita della media Ue»

«In Italia la campagna» vaccinale «procede più spedita della media Ue». Così il presidente del Consiglio Mario Draghi nelle comunicazioni al Parlamento in vista del…

20 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia