Chi è il più “potente” della Rete? | T-Mag | il magazine di Tecnè

Chi è il più “potente” della Rete?

Ormai qualsiasi starnuto di Beppe Grillo fa notizia. Al punto che se Newsweek e The Daily Beast non lo contemplano tra le personalità più influenti della Rete, in Italia c’è chi è pronto a farlo notare subito. A guardare bene, però, ci si accorge che in questa particolare classifica le celebrità europee di internet in generale sono state snobbate. E in ogni caso Grillo ha già avuto il suo momento di gloria. Nel 2008 The Observer aveva classificato il suo blog tra i primi dieci del mondo, alla nona posizione ad essere precisi.
Ecco dunque che ad essere investito del patentino di “più potente della Rete” da Newsweek e Daily Beast è l’australiano fondatore di Wikileaks, Julian Assange. Le scelte, ripartite da diverse categorie (qui l’elenco completo) sono state stilate da esperti che hanno valutato le capacità di presa sul pubblico, l’impatto e l’innovazione dei candidati. Tra i nomi “noti” il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, al terzo posto, mentre al quinto Arianna Huffington, giornalista fondatrice dell’influente Huffington Post (da poco sbarcato in Francia e presto anche in Italia in collaborazione con il Gruppo l’Espresso).
The geeks have inherited the earth!, titolano non a caso i due giornali. Nella categoria visionari al primo posto c’è il fondatore e ceo di Amazon, Jeffrey Bezos. Qui Zuckerberg deve accontentarsi della terza posizione, scalzato dal cofondatore di Google, Larry Page (le cui condizioni di salute hanno fatto molto discutere nelle ultime ore). Il cofondatore di Twitter, Evan Williams, risulta invece primo nella categoria delle personalità.
In questa speciale classifica, infine, compaiono diversi nomi di blogger e attivisti che hanno acceso le scintille della Primavera Araba, come l’ex manager di Google, l’egiziano Wael Ghonim.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, la Francia anticipa il coprifuoco alle 18

Il virus continua a costringere i governi ad adottare misure più stringenti per contenere la pandemia: dopo la Cina, che ha imposto il lockdown in…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Paesi Bassi: si è dimesso il governo guidato da Rutte

Il governo olandese si è dimesso. Lo ha annunciato il premier Mark Rutte, in carica dal 2010. Fatale uno scandalo che ha coinvolto circa 20mila…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, misure più dure per entrare in Belgio dai Paesi extra Ue

Il Belgio, a causa del protrarsi della pandemia, ha inasprito le regole per l’ingresso dai Paesi extra Ue, incluso il Regno Uniti.  In concreto, ai…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Berlino: «Prendere molto sul serio la mutazione del virus»

«Il governo osserva con grande attenzione gli effetti della mutazione del Covid, che si è diffusa in Gran Bretagna e Irlanda, e anche i Laender…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia