“Spread elevato a causa del contagio nell’eurozona” | T-Mag | il magazine di Tecnè

“Spread elevato a causa del contagio nell’eurozona”

Se lo spread Btp – Bund si attesta sopra quota 400 punti, la colpa è da addebitare all’effetto contagio nell’eurozona. Questo è quanto sostiene la Banca d’Italia in un’analisi pubblicata nella collana Questioni di economia e finanza.
A detta di via Nazionale, se venissero considerati solo i fondamentali economici di Italia e Germania, il differenziale dovrebbe fermarsi a quota 200 punti.
La crescita economica, condizioni fiscali, rischi finanziari, a partire dall’estate del 2011, non sarebbero sufficienti a giustificare il forte incremento dei “premi per il rischio occorso in alcuni Paesi sulla scadenza dei 10 anni”, tra cui l’Italia.
Vari modelli – sottolinea lo studio dal titolo Stime recenti dei premi per il rischio sovrano di alcuni Paesi dell’area euro – indicano infatti che, sulla base dell’andamento dei fondamentali economici (la crescita economica, le condizioni fiscali e i rischi finanziari) del Paese, il premio per il rischio sulla scadenza dei 10 anni, misurato dal differenziale di rendimento fra il Btp e il corrispondente Bund tedesco, dovrebbe collocarsi su valori dell’ordine dei 200 punti base (contro un livello di circa 450 punti base nella media di giugno del 2012).
Una parte significativa dello spread – secondo le analisi di Bankitalia – è spiegata dal forte calo del rendimento del Bund tedesco, che ha beneficiato di ingenti flussi di acquisti legati alla ricerca di attività ritenute più sicure da parte degli investitori.
Il recente andamento dello spread – si puntualizza nello studio – è in larga parte riconducibile a fenomeni di contagio non legati alle condizioni di fondo del Paese. Avrebbe riflesso, in particolare, l’emergere tra gli investitori di alcune paure sulla solidità dell’unione monetaria.

 

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia