Medio Oriente, Terzi: “La crisi di Gaza è stato forte incentivo per sì a voto Onu su Palestina” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Medio Oriente, Terzi: “La crisi di Gaza è stato forte incentivo per sì a voto Onu su Palestina”

Il ministro degli Esteri, Giulio Terzi, parlando a Montecitorio di fronte alle commissioni Esteri ha detto: “Vorrei precisare che sul piano interno la decisione dell’Italia favorevole allo status di Stato non membro della Palestina nell’Onu, è stata una decisione oggetto di consultazioni tra il presidente del consiglio, Monti con le massime cariche dello Stato e con il parere favorevole delle tre forze politiche che sostengono il governo. E’ stata una decisione non solo ponderata sul piano diplomatico, ma anche politico, con il parere favorevole dei massimi responsabili delle tre forze politiche che sostengono il governo”.
“La crisi di Gaza – ha aggiunto – ha rappresentato un forte incentivo per molti Paesi europei, specie mediterranei, per uscire da una linea di esitazione, più neutrale, dell’astensione, verso un voto di fiducia ad Abu Mazen in occasione dell’approvazione della risoluzione palestinese sul riconoscimento come Stato osservatore non membro delle Nazioni Unite”.

 

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia