Elezioni, Berlusconi: “La mia lettera è esempio di buona politica” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Elezioni, Berlusconi: “La mia lettera è esempio di buona politica”

Parlando a La Telefonata su Canale Cinque, Silvio Berlusconi ha detto: “La lettera inviata ai miei elettori con la promessa della restituzione dell’Imu rappresenta un esempio di buona politica, mentre l’unica nota stonata è la reazione scomposta e brutale dei nostri avversari.
A causa di un discutibile operato di un governo si è diffusa negli italiani la sensazione di uno Stato ostile, addiruttura nemico. I partitini dovrebbero ringraziarci, invece guarda. Noi stiamo tentando con la restituzione dell’Imu un atto di ricucitura e partecipazione perché lo Stato non sia più visto come nemico.
Ci sono due Monti. E’ una cosa incomprensibile, ma alla fine si è rivelato per quello che è veramente, cattivo e amante del potere. Prima si mostrava elegante e riconoscente, poi insultante e cattivo.
Abbiamo scoperto delle affinità tra Monti e la sinistra. La convinzione che non ci siano alternative all’aumento delle tasse, la diffidenza verso la libertà e l’autonomia, l’amore di entrambi per il potere. Al successo di Monti molto ho contribuito io stesso, dicendomi disponibile ad accoglierlo come riunificatore del centrodestra, poi ho sottoscritto la sua nomina a senatore a vita. Monti ha sempre detto agli italiani che non si sarebbe approfittato della popolarità che gli derivava dall’essere premier per entrare in politica, invece poi ha fatto tutto il contrario.
I soldi dell’Imu saranno rimborsati ai cittadini al massimo entro maggio. Ma non ci feremeremo qui. Aboliremo l’Irap entro 5 anni e porteremo l’Irpef a due sole aliquote del 23 e del 33%.
Ancora, introdurremo poi il quoziente familiare e, visto che l’Italia non ha il petrolio vero ma ha 4 milioni di imprenditori, chiederemo a ciascuno di loro di assumere a tempo indeterminato 1 giovane. In cambio non pagheranno per quest’ultimo le tasse per un periodo di 3-5 anni. Non creeremo un solo euro di debito, grazie al taglio ‘scientifico’ e del tutto fattibile delle spese dello Stato.
Per l’Imu stiamo inoltre trattando con la Svizzera perché come già accaduto con la Germania e la Gran Bretagna, pur mantenendo il segreto bancario, gli italiani che detengono soldi in Svizzera paghino una piccola percentuale, che sarà un ‘X’ iniziale e poi un tanto all’anno. Pensiamo di incassare 20 miliardi una tantum e poi 5 miliardi all’anno.
Ce n’è in abbondanza per l’Imu, che vale quattro miliardi”.
“La maggioranza delle donne in Italia – ha poi detto – ha sempre votato per noi e non per la sinistra. Il nostro governo ha fatto molto per le donne: la legge sullo stalking, le quote rosa, gli asili nido. La sinistra si è sempre riempita la bocca con le donne, noi invece abbiamo operato per loro”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, oltre 44 milioni di casi nel mondo

I casi di coronavirus accertati nel mondo hanno superato oggi quota 44 milioni, secondo l’ultimo bollettino della Johns Hopkins University. Nel dettaglio da inizio pandemia…

28 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Gualtieri: «Momento difficile, ma ce la faremo anche questa volta»

«Possiamo ripartire e abbiamo davanti a noi una prospettiva di rilancio, sviluppo e crescita grazie anche alle risorse europee». Lo ha detto il ministro dell’Economia,…

28 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, von der Leyen: «Dobbiamo intensificare la risposta dell’Ue»

In questa fase dell’emergenza sanitaria, «dobbiamo intensificare la nostra risposta dell’Unione europea». Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. «Invito gli…

28 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Michel: «3 o 4 vaccini entro l’inizio del 2021»

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, intervistato da Rtl France, ha reso noto che l’Ue si augura che tra la fine del 2020 l’inizio…

28 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia