Nel 2012 indebitamento Pa pari al 3% del Pil | T-Mag | il magazine di Tecnè

Nel 2012 indebitamento Pa pari al 3% del Pil

soldi-euro1L’Istat pubblica le tavole della Notifica sull’indebitamento netto e sul debito delle Amministrazioni Pubbliche (AP), riferite al periodo 2009-2012, trasmesse il 29 Marzo alla Commissione Europea in applicazione del Protocollo sulla Procedura per i Deficit Eccessivi (PDE) annesso al Trattato di Maastricht . In base a tale protocollo i Paesi europei devono comunicare due volte all’anno (entro il 31 Marzo e 30 Settembre) i livelli dell’indebitamento netto, del debito pubblico e di altre grandezze di finanza pubblica relative ai quattro anni precedenti, nonché le previsioni degli stessi per l’anno in corso. Sulla Notifica trasmessa dall’Italia non sono state espresse riserve.
L’indebitamento netto e il debito delle AP, che rappresentano le principali grandezze di riferimento per le politiche di convergenza per l’Unione Monetaria Europea (UME), sono stimati rispettivamente dall’Istat e dalla Banca d’Italia. Le previsioni dell’indebitamento netto, del debito, della spesa per interessi e della spesa per investimenti delle AP, per l’anno 2012 sono quelle contenute nel Documento di Economia e Finanza (DEF) presentato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze il 10 Aprile 2013.
Nel 2012 l’indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (-47.633 milioni di euro) è stato pari al 3% del Pil, in diminuzione rispetto al 3,8% del 2011 (-60.016 milioni di euro). Il saldo primario (indebitamento netto al netto della spesa per interessi) è risultato positivo e pari al 2,5%, in miglioramento di 1,3 punti percentuali rispetto al 2011. La spesa per interessi nella versione PDE, che considera l’impatto delle operazioni di swap , è stata pari al 5,5% del Pil, in aumento di 0,5 punti percentuali rispetto al 2011.
I dati dell’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche per gli anni 2009-2012 differiscono per limitate rettifiche rispetto a quelli diffusi con il comunicato stampa del 1° marzo 2013 “Pil e indebitamento AP. Anni 2010-2012”; il rapporto Deficit/Pil per il 2012 è rimasto invariato.
I dati del debito delle Amministrazioni Pubbliche per gli anni 2009-2012 sono quelli pubblicati dalla Banca d’Italia . Alla fine del 2012 il debito pubblico era pari a 1.988.658 milioni di euro (127% del Pil). Rispetto al 2011 il rapporto tra il debito delle AP e il Pil è aumentato di 6,2 punti percentuali.
Secondo le previsioni contenute nel Documento di Economia e Finanza e riportate anche nelle tavole della Notifica, per il 2013 l’indebitamento netto e il saldo primario dovrebbero collocarsi rispettivamente al -2,9% ed al 2,4% del Pil, mentre il debito, al lordo del sostegno finanziario all’Area Euro, si attesterebbe al 130,4% del Pil.

Fonte: Istat

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, in Italia nelle ultime 24 ore registrati 1.912 nuovi casi

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.912 casi positivi, il numero giornaliero più alto dalla fine del lockdown. Lo ha reso noto il ministero…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Prometeia prevede un calo del 9,6% per il Pil italiano nel 2020

Il centro studi Prometeia ha aggiornato le stime sull’economia italiana nel 2020 e nel 2021, indicando un calo del PIL del 9,6% quest’anno e una…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, attacco presso l’ex sede di Charlie Hebdo: quattro persone ferite

Un attacco a Parigi nella tarda mattinata di oggi, nei pressi dell’ex sede di Charlie Hebdo, che nel gennaio 2015 fu teatro della strage compiuta…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Fratelli d’Italia, Raffaele Fitto positivo al coronavirus

Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia ha annunciato su Facebook di essere risultato positivo al tampone per il coronavirus. Positiva anche la…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia