Italia tra i Paesi più cari d’Europa per generi alimentari | T-Mag | il magazine di Tecnè

Italia tra i Paesi più cari d’Europa per generi alimentari

alimentariL’indice complessivo dei prezzi al consumo dei generi alimentari in Italia è di 111, un dato che piazza il nostro Paese direttamente al settimo posto nella classifica dei Paesi europei più cari. Nel dettaglio (dati Eurostat) l’indice si attesta a 106 in Germania, a 109 in Francia, 110 in Belgio e a 104 in Grecia. Molto più basso invece in Olanda dove l’indice dei prezzi degli alimentari si attesta a 94, in Spagna a 93 così come in Portogallo.
Per quanto riguarda invece i prezzi del settore caseario in Italia l’indice è pari a 126, inferiore solo a Cipro con 141 e Grecia con 132. Al contrario si attesta a 100 in Francia, a 92 in Germania e a 95 in Spagna, dunque ben al di sotto della media Ue.
Il prezzo delle carni italiane si piazza invece a media classifica: decima posizione con 115. Mentre si attesta all’ottava posizione per quanto riguarda pane, pasta e cereali, con 118.
Guardando alla ripartizione territoriale dell’Unione europea la spesa costa di più farla nei paesi nordici: in testa la Danimarca con 143 e la Svezia con 124. Seguono Austria, Finlandia, Irlanda e Lussemburgo.
Prezzi notevolmente più bassi invece in Polonia, dove l’indice si ferma a 61; in Romania, 67; in Bulgaria, 68; in Lituania, 77.
Per quanto riguarda alcol e tabacchi, in Italia i prezzi sono più bassi rispetto alla media europea: 98 contro 99. Gli alcolici sono comunque meno cari in Francia, con 88; in Spagna, 87 e in Germania, 82.
Anche in questo caso i prezzi più bassi si trovano in Bulgaria, dove l’indice si attesta a 67; in Romania, 75 e Ungheria, 79.
Venendo alle sigarette in Italia sono meno care che in Germania e in Francia. Ma più costosi che in Spagna.
Più del doppio costano invece in Irlanda e in Gran Bretagna. Mentre costano la metà in Ungheria, in Lituania, in Bulgaria e in Polonia.

 

Scrivi una replica

News

Ambiente, nel 2019 emissioni gas serra Ue in calo del 3,7% su base annua

Nel 2019 le emissioni di gas a effetto serra dell’Unione europea – il dato include il trasporto aereo – sono scese del 3,7% su base…

30 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: in Italia dal 1° al 29 novembre, quasi 801mila casi

Un bilancio sull’andamento della pandemia in Italia negli ultimi 30 giorni rivela che i casi di infezione da SARS-CoV-2 registrati ufficialmente sono stati 800.953, 22.712…

30 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inflazione, Istat: «Resta negativa, a novembre -0,2%»

«Secondo le stime preliminari, nel mese di novembre 2020 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registra una…

30 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 62,8 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 62.829.641. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

30 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia