Prevenzione e sicurezza stradale | T-Mag | il magazine di Tecnè

Prevenzione e sicurezza stradale

strade_prevenzioneL’Associazione amici sostenitori della Polstrada (Asaps) ha quantificato in oltre 500 mila morti e 14 milioni di feriti il numero delle vittime da incidenti stradali in 60 anni. Quello avvenuto domenica in Irpinia e che da solo è costato la vita a 38 persone è senza dubbio tra i più gravi. Saranno concetti inflazionati e utili solo in circostanze simili, ma non si può negare che la prevenzione sia un aspetto cruciale. Anche perché mettere le toppe ha un costo in termini economici persino superiore. “I costi sociali degli incidenti stradali in Italia sono pari a 30 miliardi di euro l’anno, vale a dire il 2% del Pil”, aveva sentenziato non molto tempo fa la Consulta dell’autotrasporto e della logistica. L’Italia è un Paese in cui la maggior parte degli spostamenti avviene su gomma (anche a causa delle carenze infrastrutturali che coinvolgono diversi mezzi di trasporto), per cui si rende necessaria un’opportuna e costante riqualificazione delle strade sia urbane che reti autostradali. E non solo per quanto alcuni giorni fa il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi, abbia annunciato l’imminente stesura di un nuovo codice della strada,che includa una maggiore attenzione agli “utenti più deboli”, cioè ciclisti e motociclisti. Non solo, appunto, perché come sottolinea l’Asaps devono essere garantite le regole dell’autotrasporto professionale. Ad esempio, l’associazione “ritiene che in questa tipologia di incidenti giochino un ruolo importante gli esasperati tempi di guida con lo sforamento delle nove ore giornaliere ammesse, o il salto dei turni di riposo previsti dall’articolo 174 del CdS”.
“A parere dell’associazione – si legge inoltre nella nota diffusa il 29 luglio – anche la lunga crisi economica sta incidendo nella spinta verso una forzata illegalità, tutto questo perché le imprese cercano di mantenere la presenza su un mercato economicamente soffocante che si gonfia di costi e che vede abbassarsi le tariffe anche per una concorrenza estera sempre più agguerrita e sleale.
L’illegalità nella registrazione dei tempi di guida, di riposo e del superamento dei limiti di velocità registrati è ampiamente documentata”. L’Asaps punta il dito pure sui controlli: “Per fronteggiare questo fenomeno riteniamo si debba tornare ad una vigilanza estesa dalla strada al ventre dell’impresa, fatta di uomini e donne in divisa, professionisti del controllo all’autotrasporto capaci di fare verifiche tecniche su strada. La Polizia stradale con gli scarsi mezzi a disposizione e il suo sempre più esiguo e invecchiato personale (mancano oltre duemila agenti in organico e l’età media è ormai di 45 anni) fa sicuramente più di quello che può, ma non riesce per tutto quello che oggi è necessario”.
Gli accertamenti del caso (nella giornata di lunedì si è appreso dell’inchiesta per omicidio colposo, anche se al momento non si è a conoscenza di ulteriori specifiche) serviranno a comprendere la dinamica dell’incidente di domenica, che il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, non ha esitato a definire “una sciagura inaccettabile”. Una sciagura, quella del pullman precipitato dal viadotto (a tale proposito, ricorda ancora l’Asaps, si dovrà accertare “perché la barriera di contenimento non abbia retto in correzione del possibile errore umano o tecnico”), che segue un numero consistente di incidenti avvenuti negli ultimi tre anni nel medesimo tratto della A16 Napoli-Canosa. Parlare di “tragedia annunciata” può suonare avventato, ma l’Italia ne è stata troppo spesso teatro. E troppo spesso si verifica la necessità di una partecipazione collettiva a giornate di lutto nazionale.

 

Scrivi una replica

News

Morto il principe Filippo, marito della Regina Elisabetta II del Regno Unito

All’età di 99 anni è morto il principe Filippo, marito della regina Elisabetta II del Regno Unito. Venne nominato principe del Regno Unito nel 1957,…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: “Nessun dato che i vaccini siano intercambiabili”

Secondo l’Oms, non c’è alcun dato adeguato sull’intercambiabilità dei vaccini. Questa affermazione è arrivata in seguito all’annuncio della Francia che ha reso noto che le…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Morte George Floyd arrivata per asfissia

George Floyd è morto per asfissia e non per overdose di fentanyl, come sostenuto dall’avvocato dell’agente Derek Chauvin. Lo ha stabilito il medico Martin Tobin,…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Kim avverte la popolazione: “Arriveranno tempi duri”

Kin Jong-Un, leader nordocerano, ha lanciato l’allarme alla sua popolazione dicendo di prepararsi ad un crisi difficili paragonando i tempi che verranno ad una terribile…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia