Gli Stati Uniti e il “government shutdown” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Gli Stati Uniti e il “government shutdown”

barack_obamaÈ iniziato lo shutdown del governo statunitense, non accadeva dal 1996. Il mancato accordo sulla legge finanziaria tra democratici e repubblicani che avrebbe dovuto stanziare le risorse utili per le funzioni del governo ha provocato perciò uno stop mai riproposto dai tempi dell’amministrazione Clinton.
A causa del government shutdown avverrà ora la chiusura di alcuni uffici federali e circa 800 mila impiegati del settore pubblico non lavoreranno. Il mancato accordo è dipeso anche dalla contropartita richiesta dai repubblicani: l’approvazione del budget in cambio dell’Obamacare, la riforma sanitaria voluta dal presidente Obama, che entra in vigore proprio il primo ottobre. Tuttavia, generalmente, i programmi di sanità pubblici e le pensioni, i sussidi di disoccupazione e la malattia continueranno a essere pagate. Anche la Federal Reserve continuerà a operare e lo stesso sarà per la polizia di frontiera.
Con ogni probabilità in compenso, i parchi nazionali saranno chiusi e funzionari dell’esercito potrebbero non essere pagati dopo la prima settimana dall’inizio dello shutdown.
Il fisco americano, inoltre, potrebbe congelare i rimborsi delle tasse, così come la Federal Housing Administration, vale a dire l’ente federale che garantisce i mutui per i cittadini meno facoltosi, potrebbe non erogare fondi e anche normali procedure burocratiche (rilascio di documenti, ad esempio) potrebbero subire rallentamenti.
Il Congresso dovrebbe approvare una legge che alzi il tetto del debito entro la seconda metà del mese. Se ciò non dovesse accadere gli Stati Uniti sarebbero costretti al default.

 

Scrivi una replica

News

Ue, rinnovato regime di sanzioni contro Isis e al-Qaeda

Il Consiglio dell’UE ha rinnovato oggi il regime di sanzioni contro l’Isis e al-Qaeda (che consistono tra le altre cose in un congelamento dei beni…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Nell’Ue, tra marzo e giugno, 168mila decessi in più rispetto alla media»

Tra marzo e giugno 2020, nei 26 Paesi dell’Unione europea che hanno reso disponibili i dati, sono stati registrati 168mila decessi in più rispetto al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Spadafora: «Su palestre, piscine e centri sportivi prevalsa scelta di buon senso»

«Palestre, piscine e centri sportivi restano aperti!». Ill ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, ha commentato così le misure contenute nell’ultimo…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo i contagi hanno superato i 40 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 40.076.184 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia