Le larghe intese degli altri | T-Mag | il magazine di Tecnè

Le larghe intese degli altri

austria_grande_coalizioneLe larghe intese tanto vituperate in Italia a causa di anni di aspri confronti politici, sono quasi una costante per molti Paesi europei. Ne sa qualcosa Angela Merkel la quale, nonostante una vittoria larga ottenuta il 22 settembre (41,5% delle preferenze), ha avviato in questi giorni una serie di incontri (in particolare con Spd e Verdi) per individuare il partner giusto in vista di una Grosse Koaliton. Una realtà che comprende inoltre l’Austria, dove i socialisti della Spo e i popolari della Ovp hanno sì perso voti alle elezioni che si sono tenute domenica (circa il 2,2%), ma hanno comunque conservato la maggioranza dei seggi nel Nationalrat, l’Assemblea nazionale (a fronte, soprattutto, dell’avanzata del partito di destra Fpo).
Dunque larghe intese un po’ ovunque in nome della stabilità e di un governo forte che sappia rispondere con i fatti alla crisi economica. Per Frau Merkel si tratta persino della seconda volta. Già nel 2005, infatti, le strade dei “rivali” Cdu/Csu e Spd si unirono e oggi la Germania è l’economia trainante dell’Ue.
In Gran Bretagna, alle elezioni del 2010, soltanto l’accordo tra i conservatori di David Cameron e i liberaldemocratici di Nick Clegg ha permesso di sbloccare la situazione da hung parliament che si era venuta a creare dopo l’esito del voto. Una condizione, quest’ultima, più simile a quanto accaduto in Italia subito dopo le elezioni del 24 e 25 febbraio quando l’assenza di una maggioranza certa ha costretto l’allora segretario del Pd, Pier Luigi Bersami, a rinunciare all’incarico di formare il governo a causa di mancate alleanze post-elettorali. A seguire la rielezione di Giorgio Napolitano al Quirinale in cambio di un esecutivo di larghe intese a guida Enrico Letta. Con gli sviluppi che sappiamo.

 

Scrivi una replica

News

Ue, rinnovato regime di sanzioni contro Isis e al-Qaeda

Il Consiglio dell’UE ha rinnovato oggi il regime di sanzioni contro l’Isis e al-Qaeda (che consistono tra le altre cose in un congelamento dei beni…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Nell’Ue, tra marzo e giugno, 168mila decessi in più rispetto alla media»

Tra marzo e giugno 2020, nei 26 Paesi dell’Unione europea che hanno reso disponibili i dati, sono stati registrati 168mila decessi in più rispetto al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Spadafora: «Su palestre, piscine e centri sportivi prevalsa scelta di buon senso»

«Palestre, piscine e centri sportivi restano aperti!». Ill ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, ha commentato così le misure contenute nell’ultimo…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo i contagi hanno superato i 40 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 40.076.184 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

19 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia