Alitalia, l’Ue: “Intervento Poste non esclude aiuti di Stato” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Alitalia, l’Ue: “Intervento Poste non esclude aiuti di Stato”

“Il fatto che una misura a favore di un’impresa venga da una società pubblica e non da uno Stato non basta a escludere che si possa configurare un aiuto di Stato”. A sottolinearlo è stato Antoine Colombani, portavoce del commissario europeo per la Concorrenza, Joaquin Almunia, commentando così l’ingresso di Poste in Alitalia. Le carte comunque saranno oggetto di valutazione non appena arriveranno a Bruxelles.
“Aspettiamo il piano dell’Italia”, ha premesso Colombani. La Commissione europea non ha ancora analizzato “il piano dell’Italia”, ma il portavoce di Almunia ricorda che ci sono diversi modi di poter configurare il reato di aiuti di Stato incompatibile con le regole comunitarie: il ricorso a risorse pubbliche, un intervento diretto dei governi, o ancora il modo di operare. “Lo Stato – ha sottolineato – può intervenire ma come un investitore privato, se invece interviene in altro modo, generando un vantaggio all’impresa, allora siamo in presenza di un aiuto di Stato”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 45,1 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 45.179.529. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

30 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Attentato Nizza, gruppo tunisino rivendica attacco

La procura antiterrorismo di Tunisi ha aperto un’inchiesta dopo che un sedicente gruppo terroristico “Al Mahdi nel sud della Tunisia” ha rivendicato, tramite un post…

30 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, impennata di contagi in Svizzera: 9mila nelle ultime 24 ore

La Svizzera nelle ultime 24 ore ha registrato oltre 9mila nuovi casi e 52 decessi. A riferirlo sono state le autorità sanitarie alle prese con…

30 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, la Francia torna in lockdown

La Francia è tornata in lockdown, ma a differenza di quello primaverile, questa volta rimarranno aperte le scuole, gli uffici, le fabbriche e tutto il…

30 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia