Inflazione, Cia: “Prezzi mai così dal 2009, ma i consumi restano ko” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Inflazione, Cia: “Prezzi mai così dal 2009, ma i consumi restano ko”

L’inflazione frena ai minimi dal 2009 e parte del merito va alla forte decelerazione dei prezzi dei prodotti prettamente agricoli, come frutta (-1,1 per cento) e verdura (-4,4 per cento). Anche così, però, i consumi restano sottoterra: a causa della crisi, gli italiani continuano a ridurre perfino la spesa per il cibo, con un “taglio” del 4 per cento da inizio anno, nonostante il record di sconti e offerte speciali che ormai interessano quasi il 30 per cento dei prodotti della Gdo. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, in merito ai dati sui prezzi al consumo a novembre diffusi oggi dall’Istat.
E dal crollo degli acquisti non si salva quasi nessun prodotto agroalimentare: per risparmiare le famiglie comprano meno pesce (-3,4 per cento) e ancor meno carne rossa (-3,9 per cento), così come meno latte (-2,7 per cento) e ortofrutta (-2 per cento) -spiega la Cia-. Inoltre si rinuncia drasticamente all’uso dell’olio extravergine d’oliva (-8,8 per cento) e inizia a perdere terreno anche la pasta (-1,2 per cento), mentre resiste l’altro alimento “povero” per eccellenza, cioè le uova (+1,8 per cento).
Ora l’unica speranza di ridare un po’ di fiato ai consumi di cibo e bevande viene dalle vacanze di Natale alle porte. Secondo le prime stime della Cia, non ci saranno grossi crolli a tavola, anzi: ben 8 italiani su 10 -evidenzia la Confederazione- non taglieranno il budget alimentare per il cenone della Vigilia e per il pranzo del 25 dicembre, preferendo risparmiare su regali (-5 per cento) e viaggi (-9 per cento) piuttosto che rinunciare alle tradizioni enogastronomiche.
E’ quanto scrive la Confederazione italiana degli agricoltori in merito ai dati diffusi dall’Istat. In particolare emerge che le famiglie continuano a ridurre gli acquisti, compresi quelli alimentari, con tagli netti dal pesce (-3,4%) all’olio d’oliva (-8,8%). L’ultima occasione per ridare fiato al settore arriva dalle vacanze natalizie: secondo le stime, infatti, otto italiani su dieci taglieranno su regali e viaggi, ma non sul cibo.

 

Scrivi una replica

News

Di Maio: «Ue monitori consegna vaccini agli Stati membri»

«Recentemente abbiamo avuto difficoltà nelle consegne settimanali di vaccini. Vorrei ricordare la necessità che le aziende produttrici si assumano la piena responsabilità della consegna diretta…

25 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue agli Stati membri: «Scoraggiare tutti i viaggi non essenziali»

La Commissione europea propone che tutti i viaggi non essenziali siano «fortemente scoraggiati finché la situazione epidemiologica non sia migliorata considerevolmente». Una situazione che dovrebbe…

25 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Maio a Ue: «La morte di Regeni è una ferita anche europea»

«Gentili colleghi, oggi ricorre l’anniversario della scomparsa di Giulio Regeni. Il suo barbaro omicidio è una ferita ancora aperta in Italia, ma oggi sono qui…

25 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre 99milioni di casi nel mondo

I casi di Covid-19 nel mondo hanno superato quota 99milioni. Le vittime, invece, sono oltre 2milioni.…

25 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia