Come vengono spartite le tasse in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Come vengono spartite le tasse in Italia

tasse_pressione_fiscaleIl 77% dell’ammontare complessivo delle tasse pagate dagli italiani finisce nelle casse dello Stato, il 16,7% in quelle delle regioni, il 5% in quelle dei comuni, lo 0,9% va alle province e lo 0,3% alle Camere di Commercio. E’ così che, secondo la Cgia di Mestre vengono spartite le tasse. In particolare nel 2012, su un totale di 472,7 miliardi di euro, 364,2 miliardi sono spettati allo Stato, 78,9 miliardi alle Regioni, 23,8 miliardi ai Comuni, 4,1 miliardi alle Province e 1,5 miliardi alle Camere di Commercio.
“Nonostante le riforme avviate in questi ultimi venti anni siamo ancora alla metà del guado. Non apparteniamo più al club dei Paesi unitari, ma nemmeno a quello degli Stati federali. Sul fronte fiscale la stragrande maggioranza del gettito finisce ancora nelle casse dell’Erario, mentre la spesa è stata progressivamente trasferita alle Amministrazioni locali. Al netto di quella previdenziale e degli interessi sul debito pubblico, oltre il 57 per cento della spesa pubblica italiana è ormai in capo alle Regioni, alle Province e ai Comuni. Insomma, la quasi totalità delle nostre tasse finisce a Roma, ma la maggioranza dei centri di spesa è ubicata in periferia”, è quanto spiega il segretario della CGIA Giuseppe Bortolussi.
Infatti, spiega la Cgia, nei Paesi federali come la Germania il volume di tasse che interessa lo Stato si ferma al 51% o al 34,5% nel caso della Spagna. In Paesi come la Francia o il Regno Unito, la fetta di denaro proveniente dalle tasse che spetta allo Stato è molto più alto che nel nostro Paese. Nel Paese transalpino si parla di quasi l’80, mentre oltremanica del 94%.
Solo dall’Irpef, nel 2012, lo Stato italiano ha incassato circa 151 miliardi di euro, mentre dall’Iva quasi 87 miliardi.
Per quanto riguarda le Regioni, l’imposta che garantisce più introiti è l’Irap, che nel 2012 ha portato alla casse regionali oltre 33 miliardi di euro. Per le province è invece l’Rc Auto, per un totale di 2,4 miliardi di euro. I comuni invece bel 2012 hanno incassato ben 15,6 miliardi di euro dall’Imu.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, via libera del Cts a tamponi rapidi nelle scuole italiane

Il CTS, il Comitato tecnico scientifico, ha dato il via libera alla possibilità di effettuare tamponi rapidi nelle scuole italiane «ai fini esclusivi di screening è possibile…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Guterres: «Dobbiamo agire adesso, altrimenti rischiamo recessione globale»

«Se non agiamo ora, abbiamo davanti una recessione globale che potrebbe spazzare via decenni di sviluppo e rendere completamente fuori portata l’Agenda 2030». Così il…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tensioni Armenia-Azerbaigian, «intensi combattimenti»

Proseguono gli scontri tra Armenia e Azerbaigian nonostante i ripetuti appelli al cessate il fuoco. In particolare, riporta la Tass, l’Azerbaigian riferisce che tra ieri…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Save the Children: «La pandemia ha peggiorato le condizioni dei bambini siriani»

La pandemia ha peggiorato le condizioni dei bambini siriani. Secondo Save the Children, negli ultimi sei mesi il numero di minori in condizioni di insicurezza…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia