FI recupera, M5S a un passo dal Pd | T-Mag | il magazine di Tecnè

FI recupera, M5S a un passo dal Pd

Questo lo scenario in vista del voto europeo del 25 maggio. Se invece si votasse oggi per le politiche il Pd sarebbe il primo partito, ma il centrodestra manterrebbe il proprio vantaggio. Il monitor politico di Tecnè per TGCOM24

silvio_berlusconi_forza_italiaIn vista del voto europeo in programma il 25 maggio il Partito democratico si conferma la prima forza politica con il 28,8%, seppure in lieve calo dello 0,1%. A recuperare posizioni è Forza Italia che registra un +0,4% rispetto alla rilevazione della scorsa settimana, attestandosi ora al 21,7%. Il Movimento 5 Stelle è invece ad un passo dal Pd, stabile oltre il 27%. In crescita al 49% (dal 47,4% del 28 aprile) l’area degli incerti-non voto. Questo è quanto emerge dal monitor politico Tecnè per TGCOM24. Lega Nord, Ncd-Udc e Fratelli d’Italia sono rispettivamente al 4,9%, 4,5 e 4,0%. Non troppo distante dal quorum la Lista Tsipras (al 3,6%), mentre Scelta Europea si trova al momento al 2,2%.

Intenzioni di voto per le politiche
Il centrodestra (Forza Italia – Nuovo Centrodestra – Udc – altri) e il centrosinistra (Partito democratico – Sinistra ecologia libertà – Scelta civica – altri), rispettivamente al 36,9% e al 34,1%, crescono entrambe dello 0,1%. Singolarmente il Partito democratico si attesta al 29,8% (-0,2% rispetto alla precedente rilevazione). Distanti Movimento 5 Stelle e Forza Italia, entrambe in crescita dello 0,3% e rispettivamente a quota 25,7% e 23,2%. L’unica forza politica in grado di raccogliere il 5% dei consensi è la Lega Nord (+0,2%). Fratelli d’Italia si ferma al 3,9% (+0,1%), Sinistra ecologia e libertà al 2,4% (+0,2%). L’area degli incerti-non voto si attesta al 47,8%.

La fiducia nel governo
Intanto risulta in calo, dell’1%, la fiducia degli italiani nei confronti del governo Renzi. La quota di cittadini che giudica positivamente l’operato dell’ex sindaco di Firenze e dei suoi ministri è comunque sopra la soglia del 40% (42,2%). Cresce invece la percentuale di chi preferisce non indicare alcun parere (+0,8%) adesso al 23,8% e di chi esprime invece un parere negativo (+0,2%) ora al 34,0%.

Il sondaggio è stato effettuato l’8 maggio 2014 con metodo Cati su un campione probabilistico articolato per sesso, età, area geografica, ampiezza centri con ponderazione all’universo sociodemografico e politico composto da 1.000 intervistati. Margine d’errore +/- 3,1%.

Sfoglia il monitor politico Tecnè-TGCOM24 in pdf

 

Scrivi una replica

News

Ucraina, Tajani: «Aiutare Kiev significa lavorare per la pace»

«Aiutare l’Ucraina significa lavorare per la pace». Lo ha detto il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, aprendo la prima sessione del G7 a Capri. «Se…

18 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Medio Oriente, Guterres: «C’è il rischio di un conflitto regionale»

«Negli ultimi giorni si è assistito a una pericolosa escalation, un errore di calcolo o un errore di comunicazione potrebbero portare all’impensabile, un conflitto regionale…

18 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Fine vita, governo ricorre al Tar contro l’Emilia-Romagna

La presidenza del Consiglio dei ministri e il ministero della Salute hanno depositato il 12 aprile al Tar dell’Emilia-Romagna un ricorso contro la Regione per…

18 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

L’economia mondiale è destinata a ridursi mediamente del 19% entro il 2049 a causa della crisi climatica

L’economia mondiale è destinata a ridursi mediamente del 19% entro il 2049 a causa della crisi climatica. Lo sostiene una proiezione realizzata dall’Istituto tedesco di…

18 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia