Ancora in calo la fiducia dei consumatori | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ancora in calo la fiducia dei consumatori

consumatori_fiduciaAd agosto 2014 l’indice del clima di fiducia dei consumatori in base 2005=100 diminuisce a 101,9 da 104,4 del mese precedente. Il peggioramento interessa tutte le diverse componenti e segue le diminuzioni rilevate a giugno e luglio.
Il peggioramento della fiducia deriva soprattutto dalla componente economica, che scende a 107,6 da 114,2, mentre quella riferita al quadro personale passa a 100,1 da 101,2.
Gli indici riferiti al clima corrente e futuro diminuiscono, rispettivamente, a 101,5 da 104,0 e a 103,4 da 106,2.
Riguardo alla situazione economica del Paese, i giudizi sulle condizioni attuali peggiorano: il saldo passa a -91 da -79; anche per le attese si rileva un peggioramento: il saldo passa a -7 da 6. Quanto alla disoccupazione si attendono aumenti: il saldo cresce, infatti, a 56 da 53.
Il saldo relativo ai giudizi sulla situazione economica della famiglia migliora lievemente passando a -55 da -56, mentre quello sulle attese diminuisce a -13 da -10. I giudizi sul bilancio familiare migliorano lievemente (a -12 da -13 il saldo). Le opinioni sull’opportunità attuale di risparmio registrano una diminuzione (a 116 da 120 il saldo), mentre si rileva un lieve miglioramento delle possibilità future (a -45 da -46 il relativo saldo). Le valutazioni sull’opportunità di acquisto di beni durevoli risultano in netto peggioramento (a -90 da -79 il saldo).
Il saldo relativo all’andamento recente dei prezzi al consumo diminuisce a 1 da 9 del mese precedente. Il saldo delle attese sull’andamento dei prezzi, invece, migliora arrivando a -21 da -25 del mese precedente.A A A livello territoriale il clima di fiducia diminuisce in tutte le ripartizioni ad eccezione del Centro in cui risulta stazionario.
Nel Nord-ovest il clima di fiducia diminuisce a 104,0 da 107,1 del mese di luglio. Tutte le componenti diminuiscono: economica a 109,5 da 116,0, personale a 102,0 da 104,6, corrente a 104,1 da 107,6, futura a 105,1 da 108,5. Nel Nord-est, il clima di fiducia diminuisce a 101,7 da 107,7 La diminuzione interessa tutte le componenti: economica a 107,6 da 115,9, personale a 100,4 da 103,7, corrente a 102,9 da 107,9 e futura a 101,5 da 107,1. Al Centro il clima di fiducia risulta stazionario: a 101,2. Per questa ripartizione la componente economica diminuisce a 106,3 da 112,2 di luglio mentre quella personale aumenta a 99,4 da 96,8. Decresce lievemente il clima corrente che passa a 100,6 da 101,6 di luglio, mentre il clima futuro risale a 102,9 da 101,3. Nel Mezzogiorno il clima di fiducia diminuisce a 100,9 da 102,8. La componente economica decresce a 107,5 da 113,2, flette lievemente quella personale a 98,7 da 99,5. Il clima relativo alla situazione corrente diminuisce a 98,9 da 100,0 quello relativo alla componente futura decresce a 104,1 da 107,2.

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, oltre 24milioni di casi negli Usa

Sono oltre 24 milioni i casi registrati da inizio pandemia negli Stati Uniti, dove si contano anche 400mila vittime.…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, 118 nuovi casi in Cina

Sono 118 i nuovi casi di coronavirus registrati in Cina, i cui 106 trasmessi localmente e 12 importati.…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, con coprifuoco alle 18 casi diminuiti del 16%

Le misure restrittive adottate in Francia e il coprifuoco anticipato alle 18 cominciano a dare effetti positivi sulla pandemia. Infatti, il numero di contagi è…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Messico: «Biden riveda riforme sull’immigrazione»

«Il nuovo presidente americano deve rivedere sulle riforme politiche di immigrazione del Paese. Lo ha detto il presidente messicano, Andres Manuel Lopez Obrador, mentre migliaia…

19 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia