Commercio Extra-Ue, Istat: esportazioni in aumento, importazioni in calo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Commercio Extra-Ue, Istat: esportazioni in aumento, importazioni in calo

Ad agosto 2014, rispetto al mese precedente, le esportazioni sono in crescita (+0,9%) mentre le importazioni diminuiscono (-3,6%).
La crescita congiunturale delle vendite verso i paesi extra Ue è spiegata dal forte incremento dell’export di prodotti energetici (+16,4%). Al netto di questa componente, infatti, la dinamica congiunturale è debolmente negativa (-0,1%). I beni di consumo durevoli (+8,3%) e quelli strumentali (+1,2%) sono in espansione.
La flessione congiunturale dell’import (-3,6%) interessa tutti i principali comparti, a eccezione dei prodotti intermedi (+2,0%). La contrazione degli acquisti è particolarmente rilevante per energia (-9,0%), beni di consumo durevoli (-7,0%) e beni strumentali (-5,5%).
Nell’ultimo trimestre la dinamica congiunturale dell’export verso i paesi extra Ue è negativa (-1,0%), in ampia misura per effetto della contrazione delle vendite di beni strumentali (-5,8%). Nello stesso periodo, la lieve flessione congiunturale delle importazioni (-0,2%) è spiegata dall’energia (-3,2%).
Ad agosto 2014 la flessione tendenziale dell’export (-4,1%) riguarda tutti i raggruppamenti principali di beni, a esclusione dell’energia (+5,4%). La diminuzione è particolarmente intensa per i beni di consumo (-6,5%).
L’ampia caduta tendenziale delle importazioni (-14,1%) è determinata dalla notevole diminuzione degli acquisti di beni strumentali (-36,6%) e di energia (-21,3%).
Nel primi otto mesi del 2014 entrambi i flussi commerciali presentano una diminuzione tendenziale, più marcata per le importazioni (-5,8%) che per le esportazioni (-2,1%). Al netto della componente energetica, le importazioni registrano un tasso tendenziale positivo (+2,7%), mentre si attenua la flessione dell’export (-1,4%).
Ad agosto 2014 si rileva un avanzo commerciale per 1,7 miliardi di euro. Nel periodo gennaio-agosto 2014 il saldo con i paesi extra Ue è pari a +14,7 miliardi a fronte di +11,0 miliardi registrati nello stesso periodo del 2013. Si riduce l’avanzo nell’interscambio di prodotti non energetici che passa da +45,4 miliardi nel 2013 a +42,0 miliardi nel 2014. Quanto si legge nel comunicato stampa diffuso da Istat.

 

Scrivi una replica

News

Speranza: «Dal 16 maggio stop quarantena Paesi Eu e voli Covid tested anche per aeroporti di Venezia e Napoli»

«Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza che prevede l’ingresso dai Paesi dell’Unione Europea e dell’area Schengen, oltre che da Gran Bretagna e…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Giappone: stato d’emergenza in altre tre prefetture

Altre tre prefetture del Giappone si preparano a dichiarare lo stato di emergenza anti-Covid per far fronte ad aumento dei casi di coronavirus locali.  Hokkaido,…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gaza, 119 le vittime da inizio scontri

Da inizio scontri, il ministero della sanità di Gaza, hanno registrato 119 vittime, tra i quali 31 bambini e 19 donne.…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Afghanistan, Stati Uniti completano ritiro dei soldati da base Kandahar

Gli Stati Uniti hanno completato il ritiro delle truppe dall’aeroporto di Kandahar, nel sud dell’Afghanistan, la seconda più grande base militare nel Paese per le…

14 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia