Turismo: segnali incoraggianti in attesa dell’Expo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Turismo: segnali incoraggianti in attesa dell’Expo

duomo_milanoConsumi che, nonostante una lieve risalita, stentano a decollare. Una ripresa, comunque modesta, che interessa la grande distribuzione molto più che le Pmi, fatte le dovute eccezioni. La condizione socioeconomica dell’Italia si presenta pertanto a più velocità, ma non mancano i segnali di un’inversione di tendenza.
Il ritardo della domanda interna è la causa principale di una ripresa al momento debole, con gli italiani che sono tornati a spendere, sì, ma di certo non come nel periodo pre-crisi. Ma nel turismo, almeno, si intravedono spiragli di ripartenza.
Nel weekend di Pasqua i dati non sono stati particolarmente entusiasmanti, mentre decisamente meglio dovrebbero andare i ponti di primavera. Il fine settimana del 25 aprile è andato, ma in occasione del 1 maggio le attese sono positive, secondo il Centro Studi Turistici (sulla base della disponibilità di offerta ricettiva sui vari portali delle Online Travel Agencies, diffusi in collaborazione con Assoturismo Confesercenti).
Stando alle stime, infatti, nei ponti di primavera si prevede un tasso medio di occupazione delle camere disponibili nelle strutture alberghiere aperte del 67%, con punte più elevate proprio in occasione del 1 maggio.
Per le aree della campagna e di collina il livello di occupazione è del 69%, mentre è del 62% per le imprese del turismo balneare che – precisa il Centro Studi Turistici – sono già attive, ma rappresentano ancora una netta minoranza dell’insieme.
In verità a trainare l’interesse del mercato sono in particolare le città d’arte (i livelli raggiungono l’80%), soprattutto Napoli (già prenotate il 95% delle camere disponibili online in occasione del 1 maggio) e buone anche le performance di Venezia, Firenze, Torino e Roma (prenotati quasi 9 posti su 10).
Il 1 maggio sarà una data importante, anche per il settore turistico: prenderà infatti il via a Milano l’Expo 2015. Gli incrementi nel settore sono previsti in tutte le sue componenti, turisti stranieri compresi. L’esposizione universale durerà fino al 31 ottobre e secondo le recenti previsioni della Coldiretti, l’Italia ospiterà 8 milioni di turisti stranieri in più, per un totale di 59 milioni di arrivi, che genereranno una spesa aggiuntiva di 5,4 miliardi di euro.

(articolo pubblicato il 27 aprile 2015 su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, quarantena e tampone obbligatori per chi viene in Italia dal Regno Unito

Quarantena obbligatoria di 5 giorni con obbligo di tampone per chi arriva in Italia dal Regno Unito. Lo prevede un’ordinanza firmata dal ministro della Salute,…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, dal 26 giugno via obbligo mascherine all’aperto

Anche la Spagna, come la Francia alcuni giorni fa, ha annunciato che a breve toglierà l’obbligo di mascherina all’aperto. A riferirlo il premier Pedro Sanchez,…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, Trump: «Deciderò se ricandidarmi dopo elezioni midterm»

L’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è tornato a parlare non escludendo una sua ricandidatura nel 2024, ipotesi di cui si discute da tempo.…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Novara, sindacalista muore investito da un camion durante una manifestazione

Adil Belakhdim, 37 anni, coordinatore interregionale dei SiCobas, è morto questa mattina investito da un camion. L’episodio è avvenuto davanti ai cancelli della Lidl di…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia