L’agroalimentare trainerà l’export italiano | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’agroalimentare trainerà l’export italiano

Nel Rapporto Export il gruppo Sace stima una crescita delle esportazioni, da qui al 2018, pari al 4,7% medio annuo

Agroalimentare-2L’agroalimentare è uno dei settori chiave del Made in Italy, e proprio su questo le imprese esportatrici italiane devono puntare per dare il giusto sostegno alla crescita dell’export del nostro Paese.
Secondo le previsioni Sace, contenute nel Rapporto Export, cogliendo le occasioni giuste le esportazioni del nostro Paese potrebbero crescere, nel prossimo quadriennio, di un tasso medio annuo di 4,7 punti percentuali.
In particolare, secondo le stime, le esportazioni aumenteranno nell’anno in corso del 3,9%, il doppio rispetto al 2014, per crescere ulteriormente tra il 2016 e il 2018 fino a mettere a segno un +5%. Buoni risultati che però si manterranno ancora al di sotto dei livelli pre-crisi: tra il 2000 e il 2007 la crescita media annua era infatti del 7,3%.
Per cercare di tornare a quei livelli è dunque opportuno che l’Italia punti sul suo settore chiave, appunto l’agroalimentare. Una filiera che rappresenta il 10% di tutte le esportazioni del nostro Paese e in grado di generare, a oggi, 1,1 trilioni di euro.
Tanto per citare qualche esempio: i comparti italiani dei macchinari agricoli e quelli per la trasformazione alimentare occupano rispettivamente il terzo e il secondo posto della classifica mondiale dell’export. Ampi margini di sviluppo spettano poi a quelli degli alimentari e dei beni agricoli, grazie ai quali l’Italia si piazza al settimo e al quindicesimo a livello mondiale.
Una filiera che, continua Sace, potrebbe arrivare a generare “potenziale guadagno di export aggiuntivo di 9 miliardi di euro entro il 2018”, di cui sette strettamente legati all’agroalimentare e altri due dal comparto dei macchinari. L’export agroalimentare è destinato a crescere di 6,5 punti percentuali tra il 2016 e 2018, contro il +5,3%, per esempio, stimato per l’export di beni di consumo.

(articolo pubblicato il 28 maggio su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, in Israele 2milioni di vaccini ma la pandemia si allarga

Nonostante i 2milioni di vaccinati, la pandemia di coronavirus in Israele continua ad allargarsi. Infatti, nelle ultime 24 ore si sono registrati 9mila contagi.…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, misure più dure per entrare in Belgio dai Paesi extra Ue

Il Belgio, a causa del protrarsi della pandemia, ha inasprito le regole per l’ingresso dai Paesi extra Ue, incluso il Regno Uniti.  In concreto, ai…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Berlino: «Prendere molto sul serio la mutazione del virus»

«Il governo osserva con grande attenzione gli effetti della mutazione del Covid, che si è diffusa in Gran Bretagna e Irlanda, e anche i Laender…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, in Europa oltre 30milioni di casi

Stando all’analisi dell’agenzia France Presse, i casi di Covid-19 in Europa hanno raggiunto quota 30milioni. Si conferma, dunque, l’area più colpita al mondo.…

15 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia