Ancora giù i prezzi delle case già esistenti | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ancora giù i prezzi delle case già esistenti

mercato_immobiliare_usaCome già registrato dall’Istat nei primi mesi dell’anno, i prezzi delle abitazioni continuano a scendere confermando una tendenza in atto ormai dal 2010. Stesso trend è stato, infatti, riscontrato dal portale Idealista.
Andando con ordine: nel primo trimestre del 2015 l’Istituto nazionale di statistica ha rilevato un calo dell’indice Ipab – ovvero quello che misura i prezzi delle costruzioni residenziali per fini abitativi o di investimento – pari a 3,4 punti percentuali. Un dato che contribuisce a rafforzare la diminuzione registrata in questi ultimi cinque anni, che si porta cosi a -13,7%. Più nel dettaglio si parla di un calo del 18,6% dei prezzi delle abitazioni già esistenti e del -1,5% di quelle nuove.
Secondo l’analisi di Idealista i prezzi delle case esistenti a luglio avrebbero riportato un ulteriore -2,1% rispetto al mese precedente e un -2,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Di fatto il valore medio al metro quadro si sarebbe così attestato a 2.006 euro.
Il calo maggiore è stato rilevato in Campania, con -4,9%. Seguono il Piemonte, con -3,1%; e la Lombardia, con un -2,7%. Al contrario, le variazioni positive più rilevanti hanno riguardato la Valle d’Aosta, +2,1%; il Friuli Venezia Giulia e la Toscana, entrambe con un +1,4%. A livello provinciale le migliori performance hanno interessato Verbano-Cusio-Ossola, +3,9%; Brescia, +3,7%; e Lucca, +3,6%. Le dinamiche peggiori si sono invece registrate a Napoli, -5,4%; Como, -4,8%; e Gorizia, -4,6%.
Tutt’oggi la regione più cara risulta essere la Liguria con un valore medio di 2.779 euro per metro quadro. Al secondo posto si attesta invece il Lazio con 2.679 euro al metro quadro e al terzo la Valle d’Aosta con 2.434 euro. Al capo opposto della classifica troviamo invece la Calabria, con 978 euro al metro quadro; il Molise, con 1.143 euro; e la Basilicata, con 1.231 euro.
Mentre tra le provincie Savona (con 3.504 euro al metro quadro) e Biella (con 796 euro) occupano i vertici opposti della classica, Milano e Roma (che scende a luglio sotto la soglia dei tremila euro al metro quadro) mettono, rispettivamente, a segno ribassi dello 0,9% e del 3%.

(articolo pubblicato il 25 agosto su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, in Italia l’indice Rt è pari a 1,08

Nel periodo compreso tra i 4 e il 17 novembre 2020, l’indice di trasmissibilità Rt calcolato sui casi sintomatici è pari a 1,08. Lo rendono…

27 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Conte: «Ci sono novità nella curva epidemiologica»

«Sono ore impegnative: eravamo a consulto con i nostri esperti per valutare la curva epidemiologica per valutare gli scenari prossimi futuri». Lo ha detto il…

27 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Londra: accordo con UE ancora possibile

Il capo negoziatore dell’UE per la Brexit, Michel Barnier, sarà «in viaggio a Londra questa sera per continuare i colloqui con David Frost» in quanto…

27 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Chi arriva a Fiumicino dagli Usa potrà sottoporsi a un test Covid per evitare la quarantena

Da dicembre, i passeggeri dei voli che arriveranno a Fiumicino da alcuni aeroporti degli Stati Uniti – quello di New York JKF, Newark e Atlanta…

27 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia