Autonomi: posti di lavoro persi e rischio povertà | T-Mag | il magazine di Tecnè

Autonomi: posti di lavoro persi e rischio povertà

impreseLa crisi economica ha colpito chiunque – migliaia sono stati i posti di lavoro persi e le imprese costrette a chiudere i battenti –, ma alcune analisi dimostrano che i lavoratori autonomi hanno pagato un prezzo proporzionalmente più alto. Secondo Confesercenti, tra il 2007 e il 2015 i lavoratori autonomi sono diminuiti di 552 mila unità (-10%): in sostanza, la crisi economica ha bruciato un posto di lavoro autonomo su dieci. Stando ai più recenti dati disponibili – quelli relativi al mese di novembre 2015 –, i lavoratori autonomi sono 5.463.000 (nel 2007 erano 5.987.000).
Ma tra gli autonomi la situazione non è rosea anche per chi è riuscito a non perdere il posto di lavoro. Secondo uno studio della CGIL, i lavoratori autonomi – la maggior parte dei quali sono professionisti altamente qualificati: almeno il 35% ha una laurea – percepiscono un reddito inadeguato alle proprie competenze e risultano anche maggiormente esposti al rischio povertà.
Secondo la CGIA di Mestre – che include tra gli autonomi i piccoli imprenditori, gli artigiani, i commercianti, i liberi professionisti e i coadiuvanti familiari –, nel corso del 2014 il 24,9% delle famiglie con reddito principale da lavoro autonomo ha vissuto con una disponibilità economica inferiore a 9.455 euro annui, ovvero al di sotto della soglia di povertà fissata dall’ISTAT, contro il 14,6% delle famiglie dei lavoratori dipendenti.
Il peggioramento delle condizioni economiche delle famiglie italiane – tra il 2010 e il 2014 i nuclei familiari in cattive condizioni economiche sono aumentati dell’1,2% – è stato disomogeneo e ha coinvolto specialmente le famiglie dei lavoratori autonomi.
La CGIA di Mestre fa notare che, mentre tra i pensionati la povertà è scesa dell’1%, tra i lavoratori dipendenti e gli autonomi è aumentata rispettivamente dell’1% e del 5,1%, per quanto la variazione nell’ultimo anno tra gli autonomi sia stata pressoché nulla.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, in Italia nelle ultime 24 ore registrati 1.912 nuovi casi

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.912 casi positivi, il numero giornaliero più alto dalla fine del lockdown. Lo ha reso noto il ministero…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Prometeia prevede un calo del 9,6% per il Pil italiano nel 2020

Il centro studi Prometeia ha aggiornato le stime sull’economia italiana nel 2020 e nel 2021, indicando un calo del PIL del 9,6% quest’anno e una…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, attacco presso l’ex sede di Charlie Hebdo: quattro persone ferite

Un attacco a Parigi nella tarda mattinata di oggi, nei pressi dell’ex sede di Charlie Hebdo, che nel gennaio 2015 fu teatro della strage compiuta…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Fratelli d’Italia, Raffaele Fitto positivo al coronavirus

Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia ha annunciato su Facebook di essere risultato positivo al tampone per il coronavirus. Positiva anche la…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia