Settore biologico in crescita in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Settore biologico in crescita in Italia

cibo_biologicoTra le produzioni agroalimentari Made in Italy particolarmente apprezzate all’estero, quelle biologiche sono cresciute in maniera tutt’altro che marginale raggiungendo nel 2014 un fatturato di 1,4 miliardi di euro, il 4% del totale dell’export dell’intero settore.
In linea generale, nel 2015, l’export dell’agroalimenatare italiano ha raggiunto il record storico di 36 miliardi di euro grazie ad un aumento del 7%, il doppio – come ricorda Coldiretti – di quello fatto segnare dal totale delle esportazioni italiane.
I principali incrementi hanno riguardato l’ortofrutta (+11%), olio di oliva (in netta ripresa rispetto all’ultimo periodo, +10%), pasta (+9%) e vino, che ha realizzato un record storico (5,4 miliardi di fatturato realizzati oltre i confini nazionali).
In modo analogo, nel segmento “bio” (anno di riferimento, però, il 2014), i prodotti di maggior successo all’estero sono stati l’ortofrutta (20% del fatturato in export), sostituti del latte (16%), pasta e affini (12%), carni fresche e trasformate (7%) e vino (7%; dati Nomisma per Osservatorio Sana 2015).
Ad oggi l’agroalimentare, nel suo complesso, è il secondo comparto manifatturiero Made in Italy. L’agroalimentare biologico, sottolinea invece l’Eurispes nel suo Rapporto Italia 2016, ha nel mercato interno europeo il principale sbocco: l’82% dell’export legato al segmento “bio”. Germania (24%) e Francia (20%) sono i mercati più dinamici. Ma anche l’area del Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo occupa una parte consistente dell’export (9%). Fuori dall’Europa, le quote maggiori di fatturato si registrano negli Stati Uniti (4%), Giappone (3%) e Canada (2%).
La crescita del segmento ha riguardato anche i consumi interni. Nel 2014 i consumi alimentari hanno registrato un calo, per poi risalire l’anno successivo. Contemporaneamente, però, i prodotti alimentari biologici evidenziavano un incremento già nel 2014, a conferma di un comparto in netta espansione. La Fondazione Symbola, nell’indagine L’Italia in dieci selfie 2016, osserva come l’Italia sia ai primi posti in Europa nel biologico per numero di imprese. Nel 2014 il numero degli operatori del settore è cresciuto del 5,8% rispetto al 2013.

 

Scrivi una replica

News

Recovery, Ue lancia piano di finanziamento da 806 miliardi

“La Commissione europea lancia il suo piano per finanziare il Next Generation Eu: entro il 2026, raccoglierà sui mercati 806 miliardi di euro, con un…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bce: “Campagna vaccinale è cruciale per la ripresa”

“Le misure di bilancio a sostegno dell’economia reale, nel 2020, hanno protetto le banche dal buona parte delle perdite sui loro prestiti e sarà cruciale…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ocse: “L’Italia deve migliorare l’efficienza della pubblica amministrazione”

“La priorità essenziale per favorire la ripresa dell’Italia è rappresentata dalla promozione dell’efficienza della pubblica amministrazione, principalmente nell’ottica di migliorare la gestione degli investimenti pubblici…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 103 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 103 punti…

14 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia