Ue, Alfano: “Aumentare la cooperazione giudiziaria, di polizia e intelligence” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ue, Alfano: “Aumentare la cooperazione giudiziaria, di polizia e intelligence”

“Tra poche ore a Bruxelles vedrò gli altri ministri dell’Interno e cercheremo di capire se c’è stato un buco investigativo, ma il vero punto debole è che manca una circolazione delle informazioni a livello europeo”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, intervenendo al programma televisivo La telefonata di Belpietro, in onda su Canale 5. Secondo il titolare del Viminale, “bisogna far affluire le informazioni in un unico serbatoio e da quel serbatoio attingere tutti. Noi seguiamo una procedura molto seria e severa: le informazioni le versiamo alle banche dati Ue e pretendiamo che anche gli altri facciano lo stesso”.
Alfano è “favorevole ad aumentare la cooperazione giudiziaria, di polizia e di intelligence, nonché alla creazione di una polizia di frontiera europea. Abbiamo visto che gli attentatori di Bruxelles sono nati e cresciuti in Belgio, ma non possiamo chiudere gli occhi davanti ai rischi di chi arriva da fuori Europa”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Oms: esperti internazionali presto in Cina

Il capo delle emergenze dell’Organizzazione mondiale della sanità, Mike Ryan, ha fatto sapere che gli esperti internazionali torneranno in Cina «il prima possibile» per continuare…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Violenza sulle donne, da gennaio a ottobre in Italia ci sono stati 91 femminicidi

Violenza sulle donne, da gennaio a ottobre in Italia ci sono stati 91 femminicidi. A riferirlo è un rapporto dell’Eures, sottolineando che, nello stesso periodo…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gualtieri: «Rinvio tasso per tutte le imprese con perdite»

«Il governo si appresta a varare grazie allo scostamento da 8 miliardi nuove misure a partire dal rinvio delle nuove scadenze tributarie per i settori…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «La ripresa nel 2021 sarà più lenta del previsto»

«La ripresa nel 2021 sarà verosimilmente più lenta del previsto. Nel quarto trimestre 2020, è plausibile una flessione del Pil anche se più contenuta rispetto…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia