Cresce l’export italiano, ma non la quota di mercato | T-Mag | il magazine di Tecnè

Cresce l’export italiano, ma non la quota di mercato

export2Nel 2015 il commercio mondiale di beni è diminuito drasticamente rispetto all’anno precedente. Si parla di una contrazione di 13,2 punti percentuali, risultato di un calo del 16,1% dei valori medi unitari e del lieve aumento, +3%, dei volumi scambiati. Giù anche il valore dell’interscambio di servizi: -6,1%. Buone notizie invece sul fronte degli investimenti esteri diretti, cresciuti di ben 38 punti percentuali.
E’ quanto emerge dall’Annuario statistico Istat-Ice su Commercio estero e Attività internazionali delle imprese, nel quale i due uffici statistici sottolineano comunque le buone performance dell’Italia.
Nel nostro Paese, infatti, l’avanzo commerciale è aumentato nuovamente, attestandosi a 45,2 miliardi di euro, 3,2 miliardi in più rispetto al 2014. Una crescita che frutto dell’aumento del 3,8% del valore delle merci esportate e di un aumento 3% di quelle importate. Nonostante ciò si rileva però una lieve contrazione della quota di mercato dell’Italia sul totale delle export mondiale: da 2,84% a 2,79%.
I principali mercati di sbocco delle merci italiane sono Germania (con una quota del 12,3%) e Francia (10,3%), seguite da Stati Uniti (con una quota in questo caso dell’8,7%), Regno Unito (5,4%) e Spagna (4,8%).
Gran parte delle imprese esportatrici, il 45,6%, sono imprese manifatturiere e generano l’83,9% del valore complessivo delle esportazioni industriali e dei servizi. Nel 40,2% si tratta invece di imprese commerciali e nel 14,1% di altre tipologie di imprese esportatrici.
Un fattore determinante per le performance dell’export è la dimensione dell’impresa stessa: le imprese più grandi, ovvero quelle con numero di addetti superiore alle 250 unità, hanno realizzato il 45,5% delle esportazioni nazionali, contro il 30,1% delle imprese di media dimensione ed il 24,5% di quelle più piccole.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 41,3 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 41.341.755. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ambiente, nel 2019 l’inquinamento atmosferico ha ucciso 6,7 milioni di persone

Nel 2019, l’inquinamento atmosferico ha causato la morte di 6,7 milioni di persone in tutto il mondo, rendendolo la quarta causa di morte dietro l’ipertensione,…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conti pubblici, nel secondo trimestre il debito pubblico italiano ha raggiunto il 149,4% del Pil

Nel secondo trimestre del 2020, il debito pubblico italiano ha raggiunto il 149,4% del Prodotto interno lordo – è il secondo più alto nell’Ue, dopo…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, il Premio Sakharov è stato assegnato all’opposizione bielorussa

Il Parlamento europeo ha assegnato all’opposizione bielorussa il Premio Sakharov, che viene conferito a individui e gruppi che difendono i diritti umani e le libertà…

22 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia