Commercio: ad agosto esportazioni extra Ue in crescita | T-Mag | il magazine di Tecnè

Commercio: ad agosto esportazioni extra Ue in crescita

Lo stima l'ISTAT, l'Istituto nazionale di statistica, aggiungendo che nel periodo considerato le importazioni hanno subito un calo
di Redazione

«Ad agosto 2018 si stima, per i flussi commerciali da e verso i paesi extra Ue, un aumento congiunturale per le esportazioni (+3,6%) e un calo per le importazioni (-0,7%)». Lo rende noto l’ISTAT, l’Istituto nazionale di statistica, attraverso la diffusione della nota sul Commercio estero extra Ue.
«L’incremento congiunturale delle esportazioni è esteso a tutti i raggruppamenti principali di industrie. L’energia (+32,9%) e i beni intermedi (+4,9%) registrano un aumento molto marcato. Dal lato dell’import, la flessione è intensa per i beni strumentali (-4,5%) e i beni di consumo durevoli (-3,5%). Gli acquisti di beni intermedi (+2,3%) sono invece in aumento».

«Nell’ultimo trimestre – prosegue l’ISTAT -, la dinamica congiunturale dell’export verso i paesi extra Ue risulta positiva (+2,8%), trainata dal marcato aumento dell’energia (+7,9%) e dei beni intermedi (+4,2%). Nello stesso periodo, anche le importazioni registrano una crescita congiunturale (+4,7%), determinata soprattutto dall’energia (+9,8%) e dai beni strumentali (+4,4%)».«Ad agosto 2018 – continua l’Istat – le esportazioni sono in aumento anche su base annua (+4,5%).La crescita è molto sostenuta per l’energia (+25,6%) e rilevante per i beni intermedi (+5,9%) e i beni di consumo non durevoli (+5,0%). Le importazioni registrano un forte aumento tendenziale (+12,4%) determinato principalmente dall’energia (+31,7%), dai beni strumentali (+10,2%) e dai beni intermedi (+7,4%). Il surplus commerciale ad agosto 2018 è stimato pari a +1.749 milioni, in diminuzione rispetto a +2.527 milioni di agosto 2017. Da inizio anno aumenta l’avanzo nell’interscambio di prodotti non energetici (da +42.443 milioni per il 2017 a +44.267 milioni per il 2018)». «Ancora con riguardo al confronto tendenziale, ad agosto 2018 l’export verso gli Stati Uniti (+13,0%), India (+11,1%) e Giappone (+8,6%) è in forte aumento. In flessione le vendite di beni verso il Medio Oriente (-14,6%), la Turchia (-13,1%) e i paesi MERCOSUR (-6,4%).
Gli acquisti da paesi OPEC (+34,9%), India (+25,3%), Medio Oriente (+24,7%) e paesi ASEAN (+19,2%) registrano incrementi tendenziali molto più ampi della media delle importazioni, mentre – conclude il comunicato stampa – sono in diminuzione quelli dal Giappone (-11,2%)».

 

Scrivi una replica

News

Referendum per il taglio dei parlamentari, il Viminale: «Ha votato il 53,84% degli aventi diritto»

Il ministero dell’Interno il dato definitivo sull’affluenza per il referendum sul taglio per i parlamentari. Ha votato il 53,84% degli aventi diritto. In quanto confermativo…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Referendum taglio parlamentari, Di Maio: «Raggiunto un risultato storico»

«Quello raggiunto oggi è un risultato storico». Lo ha scritto su Facebook il ministro degli Esteri ed ex capo politico del Movimento 5 stelle, Luigi…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, chi arriva in Italia da Parigi dovrà sottoporsi al tampone

Chi arriva in Italia da Parigi e da «altre aree della Francia con significativa circolazione del virus» deve sottoporsi al tampone. Lo ha stabilito un’ordinanza…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Unimpresa: «Dal 2010 ad oggi i prestiti alle imprese sono crollati di oltre 186 miliardi di euro»

Negli ultimi dieci anni, i prestiti delle banche italiane alle imprese sono diminuiti di oltre 186 miliardi di euro, passando dagli 856 miliardi di luglio 2010 ai 669…

21 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia