Di Maio: «Austria e Olanda ci chiedono una manovra lacrime e sangue» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Di Maio: «Austria e Olanda ci chiedono una manovra lacrime e sangue»

«Quando Austria e Olanda ci chiedono di rispettare tutte tutte le regole, chiedono una manovra lacrime e sangue che è esattamente l’opposto di quanto ci hanno chiesto gli italiani il 4 marzo». Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, intervenendo a margine del tavolo Pernigotti. «Noi andiamo avanti perché l’alternativa è massacrare ancora di più i pensionati, massacrare ancora di più disoccupati e massacrare ancora di più le imprese. L’alternativa non può essere questa», ha aggiunto.

 

1 Commento per “Di Maio: «Austria e Olanda ci chiedono una manovra lacrime e sangue»”

  1. […] Di Maio: «Austria e Olanda ci chiedono una manovra lacrime e sangue»  T-mag […]

Leave a Reply to Manovra, Di Maio attacca: «Austria e Olanda ci chiedono lacrime e sangue» - WordWeb

News

Governo, Conte si è dimesso

Dopo l’incontro al Quirinale, con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Giuseppe Conte si è dimesso dal ruolo di presidente del Consiglio. Domani inizieranno le…

26 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo: Conte si è dimesso da presidente del Consiglio

«Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Palazzo del Quirinale il Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Avv. Giuseppe Conte, il…

26 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, record di contagi in Thailandia

Record di casi giornalieri in Thailandia, dove sono stati registrati 959 nuove infezioni da coronavirus. Il nuovo dato porta il bilancio complessivo dei contagi a…

26 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, in aumento del 5% i casi in Belgio

Con 2.119 nuovi casi giornalieri registrati nel periodo dal 16 al 22 gennaio, con un aumento del 5% rispetto al periodo precedente. I ricoveri sono…

26 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia