Conti pubblici, la Commissione europea ha chiesto una procedura d’infrazione contro l’Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Conti pubblici, la Commissione europea ha chiesto una procedura d’infrazione contro l’Italia

La Commissione europea ha raccomandato l’apertura di una procedura di infrazione per debito eccessivo nei confronti dell’Italia. Si tratta di una raccomandazione: la Commissione europea non ha il potere di aprire una procedura d’infrazione. A decidere se procedere o meno, con una votazione a maggioranza qualificata, sarà l’Econfin, il Consiglio dell’Unione europea che raggruppa i ministri dell’Economia dei Paesi dell’Eurozona, che si riunirà il 9 luglio. Prima, però, il dossier sarà esaminato dal Comitato economico e finanziario, cioè l’organo tecnico che raggruppa i direttori generali dei ministeri delle Finanze dei singoli Stati.

 

Scrivi una replica

News

Nato, Draghi: «Richiesta adesione Finlandia e Svezia è una chiara risposta all’invasione russa dell’Ucraina»

«È una chiara risposta all’invasione russa dell’Ucraina e alla minaccia che rappresenta per la pace in Europa, per la nostra sicurezza collettiva». Così il presidente…

18 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Da Mosca atto ostile, ma no stop a diplomazia»

«È un atto ostile ma non bisogna assolutamente interrompere i rapporti diplomatici». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, commenta, in occasione dell’incontro con la…

18 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bielorussia introduce pena di morte per chi prepara atti di terrorismo

La Bielorussia ha introdotto la pena di morte per la preparazione di atti terroristici. Lo ha reso noto l’Interfax.…

18 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «Non saremo i primi a lanciare un attacco Nucleare»

Il vice primo ministro russo, Yuri Borisov, ha affermato che la Russia non sarà la prima a lanciare un attacco nucleare.…

18 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia