A luglio peggiora l’indice di fiducia nell’Eurozona | T-Mag | il magazine di Tecnè

A luglio peggiora l’indice di fiducia nell’Eurozona

Il dato è in calo su base mensile anche nell’Unione europea, seppure in modo meno marcato

di Redazione

L’aggiornamento di luglio 2019 sulla fiducia, reso noto dalla Direzione Generale degli Affari Economici e Finanziari della Commissione europea, mostra una leggera diminuzione dell’ESI, l’indicatore di fiducia economica, sia nell’Eurozona che nell’Unione europea. Per quanto riguarda quest’ultima, il calo di 0,3 punti, registrato rispetto a giugno, fa arrivare il sentiment a 102 punti. Mentre il calo, seppur più consistente (-0,6 punti), nella zona euro fa scendere l’indice a 102,7 punti, superando anche se solo di 0,1 punti le previsioni attese.

Tra i paesi dell’Unione europea, che hanno mostrato decrementi più marcati, la Germania ha segnato un -2,4 punti, mentre in controtendenza con la media europea, l’ESI è cresciuto nei Paesi Bassi di 1,7, in Italia e in Spagna, che rispettivamente segnano un bilancio positivo di 1,4 e 0,6. Prendendo in considerazione gli stati membri dell’Unione europea, che non hanno adottato l’euro, il decremento maggiore si è avuto nel Regno Unito e in Polonia: in entrambi i casi la diminuzione è stata di 0,8 punti. 

Nello specifico delle componenti dell’indice per la sola Eurozona, la fiducia industriale è scesa a -7,4 punti – a giugno il calo è stato più consistente: -5,6 punti -, deludendo soprattutto le attese che ne prevedevano un calo a -7 punti. In diminuzione anche l’indicatore che misura il sentiment verso i servizi, che da 11 dello scorso mese è passato a punti 10,6. Riscontri positivi si evidenziano, invece, per quanto riguarda la fiducia nel settore delle costruzioni, dove da 5 punti di giugno raggiunge i 7,6, e del commercio al dettaglio, in cui in un mese si è convertito il segno negativo: da -0,7 punti a 0,1.

Stando ai dati diffusi pochi giorni prima, che completano il quadro sulla fiducia nell’Eurozona, peggiora, rimanendo comunque in linea con le previsioni, anche l’indicatore di fiducia dei consumatori che a luglio diminuisce fino a 6,6 punti rispetto ai 7,2 di giugno.

In generale la Direzione Generale ECFIN segnala anche un decremento marcato, che è evidente dal 2017, dell’indicatore del clima d’affari, il BCI, che nell’Eurozona diminuisce da 0,29 a -0,12.


 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Figliuolo: «La campagna vaccinale procede regolarmente»

«La campagna» vaccinale «va avanti e procede in maniera regolare». Così il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, annunciando un’imminente consegna di dosi…

22 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ambiente, Draghi: «Dobbiamo cambiare il modo di lavorare e dobbiamo farlo rapidamente»

«Dobbiamo cambiare il modo di lavorare e dobbiamo farlo rapidamente». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, al summit con i leader internazionali, in occasione…

22 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ambiente, Biden: «Gli Usa taglieranno le emissioni tra il 50 e il 52% entro il 2030»

Gli Stati Uniti ridurranno le emissioni di gas serra tra il 50 e il 52% entro il 2030. Lo ha annunciato il presidente statunitense, Joe…

22 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Gelmini: «Il coprifuoco non durerà fino al 31 luglio»

«Il fatto che nel testo del decreto varato ieri non sia stato riprogrammato il coprifuoco, non significa che durerà fino al 31 luglio. Questa è una lettura…

22 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia