Crescita lenta, ma l’Italia fa peggio degli altri | T-Mag | il magazine di Tecnè

Crescita lenta, ma l’Italia fa peggio degli altri

Rallenta l’economia dell’area Ocse, ma il Pil del nostro paese è fermo a zero

di Redazione

Con la crisi di governo che entra nel vivo – al via domani, martedì 27 agosto, il secondo giro di consultazioni al Quirinale –, l’economia italiana continua intanto a registrare un andamento piatto. Il Pil dell’area Ocse, rileva l’organizzazione, rallenta nel secondo trimestre con una crescita dello 0,5% rispetto allo 0,6% registrato nei primi tre mesi del 2019. Ma se è vero che tale frenata comprende tutti i maggiori paesi, è l’Italia a registrare uno dei ritmi più bassi, considerata la crescita pari a zero sia rispetto al primo trimestre che allo stesso periodo del 2018. Su base tendenziale, anzi, l’economia italiana è, tra i paesi del G7, la peggiore, contro una crescita media dell’1,6% (pari a quella dell’area Ocse).

Tra i Paesi del G7, rileva l’Ocse, la crescita del Pil ha subito tra il primo e il secondo trimestre del 2019 un rallentamento nel Regno Unito (a -0,2% dal +0,5% nel trimestre precedente) e in Germania (a -0,1% da +0,4%). La crescita del Pil ha rallentato anche negli Stati Uniti e in Giappone (rispettivamente al +0,5% e al +0,4%, dal +0,8% e dal +0,7% nel trimestre precedente) e in Francia (da +0,3% a +0,2%), mentre in Italia da +0,2% è passata a zero. La frenata è visibile anche nei dati relativi all’Unione europea (da +0,5% a +0,2%) e all’Eurozona (da +0,4% a +0,2%). Su base annua l’area Ocse ha registrato un aumento del Pil dell’1,6%.

Tra le sette principali economie, gli Stati Uniti hanno messo a segno la crescita annuale più robusa (+2,3%). La Germania è cresciuta dello 0,4% e la Francia dell’1,3%, il Regno Unito dell’1,2%. La media dell’UE, invece, si attesta a +1,3%, quella dell’area dell’euro a +1,1%. L’Italia resta ferma a zero. Aumenta nel primo trimestre 2019 il reddito delle famiglie nei paesi Ocse e nell’Eurozona. L’andamento è positivo anche in Italia, ma anche qui è sotto la media dell’Organizzazione. La crescita nel nostro paese è stata dello 0,5% contro il +0,6% dell’Ocse e il +0,7% della zona euro.

 

Scrivi una replica

News

Visco: «Ok rialzo tassi dall’estate, ma in maniera graduale»

«Il rischio di deflazione è alle nostre spalle. Abbiamo mantenuto i tassi di interesse ufficiali a lungo negativi, per far fronte a questi rischi, e rispondere…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Produzione nelle costruzioni ai massimi dal 2011 nel mese di marzo»

«A marzo 2022 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni aumenti del 2,0% rispetto a febbraio 2022. Nella media del primo trimestre 2022, al…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «Nuove basi militari in risposta ad allargamento Nato»

«La Russia creerà nuove basi militari in risposta all’allargamento della Nato». Lo ha annunciato  il ministro della difesa russo Sergei Shoigu. Il Ministro ha evidenziato…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Von der Leyen: «Erogati 600milioni di euro di prestiti a Kiev»

«Oggi abbiamo erogato una nuova tranche di 600 milioni di euro di assistenza macrofinanziaria all’Ucraina. E arriverà: abbiamo proposto un prestito aggiuntivo di 9 miliardi…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia