Lavoro: a settembre aumenta lievemente la disoccupazione | T-Mag | il magazine di Tecnè

Lavoro: a settembre aumenta lievemente la disoccupazione

La crescita è dello 0,3% (al 9,9%). Il tasso di occupazione resta stabile al 59,1%, mentre quello di inattività scende al 34,3%

di Redazione

Torna a salire lievemente la disoccupazione in Italia nel mese di settembre, mentre la stima degli occupati – rende noto l’Istat – risulta in leggero calo (-0,1%, pari a -32 mila unità) rispetto ad agosto. Il tasso di occupazione resta stabile al 59,1%. L’occupazione è in diminuzione per entrambe le componenti di genere, aumenta tra gli under 35 (+16 mila), ma cala nella classe di età dai 35 anni in poi (-49 mila). L’andamento dell’occupazione è sintesi della crescita dei dipendenti a termine (+30 mila) e della diminuzione sia dei permanenti (-18 mila) sia, soprattutto, degli indipendenti (-44 mila).

Le persone in cerca di occupazione sono in aumento (+3%, pari a +73 mila unità nell’ultimo mese). Anche la crescita della disoccupazione riguarda entrambe le componenti di genere e coinvolge tutte le classi d’età tranne i 25-34enni. Il tasso di disoccupazione sale al 9,9% (+0,3 punti percentuali). La stima complessiva degli inattivi tra i 15 e i 64 anni a settembre è in calo (-0,6%, pari a -77 mila unità) per entrambe le componenti di genere. Il tasso di inattività scende al 34,3% (-0,2 punti percentuali).

Nel terzo trimestre 2019 l’occupazione è sostanzialmente stabile rispetto al trimestre precedente sia nel complesso sia per genere. Nello stesso periodo aumentano sia i dipendenti permanenti (+0,2%, +27 mila) sia quelli a termine (+0,8%, +25 mila) mentre risultano in calo gli indipendenti (-1,1%, -59 mila); si registrano segnali positivi in tutte le classi di età, ad eccezione dei 35-49enni. Alla stabilità degli occupati si associa, nel trimestre, il calo delle persone in cerca di occupazione (-1,9%, pari a -48 mila) e una lieve diminuzione degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-0,1%, -9 mila).

Su base annua, ad ogni modo, l’occupazione risulta in crescita (+0,5%, pari a +111 mila unità). L’espansione riguarda sia donne sia uomini e tutte le classi d’età fatta eccezione per i 35-49enni. Al netto della componente demografica la variazione è positiva per tutte le classi di età. La crescita nell’anno è trainata dai dipendenti (+226 mila unità nel complesso) e in particolare da quelli permanenti (+214 mila), mentre calano gli indipendenti (-115 mila). Nell’arco dei dodici mesi, la crescita degli occupati si accompagna a un calo dei disoccupati (-4,8%, pari a -129 mila unità) e degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-1%, pari a -137 mila).

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Papa lascia Baghdad: “L’Iraq rimarrà sempre nel mio cuore”

<<L’Iraq rimarrà sempre nel mio cuore>>. Lo ha affermato il Papa di ritorno dal suo storico viaggio in Iraq, dove il Pontefice ha inviato a…

8 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Afghanistan, Blinken lancia una serie di iniziative per la pace

Antony Blinken, segretario di Stato americano, ha proposto una serie di iniziative per riavviare i negoziati di pace con il governo afgano e i talebani.…

8 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, in Messico oltre 190mila vittime

Sono oltre 190mila le vittime causate dal coronavirus in Messico, dove si contano anche oltre 2,1 milioni di contagi.…

8 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, in Brasile superata la soglia degli 11 milioni di contagiati

I casi di coronavirus in Brasile hanno superato gli 11 milioni. I morti invece, sono 265.411. Il Brasile è il terzo Paese al mondo per…

8 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia