Oxfam: «Italia fermi la vendita delle armi» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Oxfam: «Italia fermi la vendita delle armi»

«L’Italia si impegni per far crescere il numero degli Stati aderenti ad un cessate il fuoco globale, sospenda tutte le vendite e i trasferimenti di armi alle parti in conflitto che non stanno aderendo al cessate il fuoco, incrementi l’impegno finanziario a sostegno del Piano globale di risposta umanitaria delle Nazioni Unite». È quanto chiede l’Oxfam al governo italiano attraverso una petizione. «Due miliardi di persone nel mondo sono in trappola tra bombe e pandemia», si legge nella nota, «catastrofiche conseguenze in caso di un mancato raggiungimento di un cessate il fuoco globale e di uno stop alla vendita di armi dirette a Paesi in conflitto, che renderà impossibile contenere la pandemia in tantissime aree del mondo, dove decine di milioni di persone sono in fuga dalla violenza».

 

Scrivi una replica

News

Partito democratico, Nicola Zingaretti annuncia dimissioni da segretario

«Visto che il bersaglio sono io, per amore dell’Italia e del partito, non mi resta che fare l’ennesimo atto per sbloccare la situazione. Ora tutti…

4 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ema avvia sperimentazione Sputnik V

L’Ema ha avviato la valutazione del vaccino russo Sputnik V. Lo comunica la stessa Ema, specificando che a presentare domanda per l’UE è stata la…

4 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Tokyo pronto a prorogare per altre due settimane lo stato di emergenza

Tokyo è pronto a prorogare lo stato di emergenza per altre due settimane oltre la scadenza del 7 marzo.…

4 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Papa in Iraq: «Chiederò a Dio perdono e pace dopo anni di guerra»

«Vengo come pellegrino penitente per implorare dal Signore perdono e riconciliazione dopo anni di guerra e di terrorismo, per chiedere a Dio la consolazione dei…

4 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia