Il mercato dell’auto trainato dall’elettrico | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il mercato dell’auto trainato dall’elettrico

A fronte di un intero settore in sofferenza a causa della crisi economica e sanitaria, è l’unico segmento ad avere mostrato segnali di netto miglioramento nell’ultimo periodo

di Redazione

Il mercato dell’auto sta vivendo una profonda crisi a causa della pandemia da coronavirus e dei lockdown nel mondo, sia perché pochi scelgono di comprare un’automobile per ragioni economiche, sia perché si sono rivalutati e ridotti gli spostamenti quotidiani. Le stime parlano di un settore che a livello globale, nell’anno in corso, ha perso tra il 15 e il 20% di quote di mercato. A livello europeo, nei primi otto mesi del 2020 sono state vendute 7.267.621 auto, con una riduzione del 32,9% rispetto allo stesso periodo del 2019. Il risultato peggiore è quello registrato in Spagna, con -40,6%, seguita dal Regno Unito, che segna -39,7% di auto vendute, l’Italia con -38,9%, la Francia -32% e la Germania, dove le vendite si sono ridotte del 28,8%.

Photo by CHUTTERSNAP on Unsplash

Tuttavia questa fase di incertezza e preoccupazione sembra non avere rallentato il mercato delle auto elettriche, che invece è addirittura migliorato, anche grazie degli standard europei sulle emissioni di CO2 per le auto entrati in vigore a partire dal 1° gennaio 2020.

Secondo il nuovo report della Transport & Environment, le vendite di auto elettriche potrebbero raggiungere una quota di mercato pari al 10% nel 2020 e al 15% nell’anno successivo. Nello specifico il report mostra che Psa Groupe, Bmw, Volvo e Fca-Tesla sono le case automobilistiche più virtuose rispetto alle emissioni medie delle nuove auto vendute, poiché stanno già raggiungendo l’obiettivo di 95 g/km fissato per le emissioni di CO2, sulla base dei dati delle loro vendite nella prima metà del 2020.

La quota di mercato italiano attualmente è circa pari al 2,7%, il dato è tra i più bassi d’Europa, ma in netta crescita se si considera che solo a settembre 2019 il mercato delle vetture a zero emissioni copriva lo 0,5% del totale. A livello di stati membri più indietro dell’Italia compaiono Grecia e Spagna. Mentre tra i mercati europei in cui le auto elettriche raggiungono livelli significativi di vendite sul totale figura la Norvegia, in cui questo tipo di veicolo nel 2018 copriva il 50% delle vendite totali.   

Nonostante le stime positive, però, a preoccupare gli scenari futuri è innanzitutto il calo che si prevede dopo il 2021. Infatti si stima che lo slancio si ridurrà a causa degli obiettivi europei poco adeguati per il 2025 e il 2030, ma anche che le auto “false elettriche”: circa la metà di tutte le auto elettriche vendute attualmente sono ibride plug-in, che raramente sono alimentate con la corrente ed emettono nella realtà dei fatti dalle due alle quattro volte più CO2 rispetto a quanto dimostrino i test di laboratorio.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Usa: meno di 40 mila casi in 24 ore

Gli Stati Uniti hanno registrato meno di 40mila casi nelle ultime 24 ore, stando al consueto bollettino della Johns Hopkins University, un dato che non…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Congo, ucciso magistrato che indagava su morte Attanasio

È stato ucciso in Congo il magistrato militare che indagava sull’agguato in cui sono morti l’ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, netto calo dei casi in Gran Bretagna

Continuano a calare notevolmente i casi di coronavirus in Gran Bretagna, dove nelle ultime 24 ore su 863mila tamponi effettuati, solo 6.500 sono risultati positivi.…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nuova Zelanda, terremoto di magnitudo 8.1 al largo: allarme tsunami rientrato

Dopo le tre scosse di magnitudo 6.9, 7.1, 8.1, a largo della Nuova Zelenda, si era alzata l’allerta di tsunami, ma l’allarme è rientrato dopo…

5 Mar 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia