Lavoro: la crisi degli autonomi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Lavoro: la crisi degli autonomi

I livelli occupazionali hanno registrato riduzioni in misura maggiore tra i dipendenti a termine e gli indipendenti. Confesercenti: 208 mila autonomi in meno, tra imprenditori, professionisti e collaboratori

di Redazione

La pandemia sta “licenziando” i lavoratori indipendenti: solo nel 2020 hanno perso la propria occupazione 208 mila autonomi, tra imprenditori, professionisti e collaboratori. Una crisi senza precedenti su cui è urgente intervenire: servono subito politiche attive e di riconversione mirate al lavoro autonomo. Ma anche sostegni efficaci per evitare che le attività continuino a chiudere: se continua così, circa 450 mila imprese rischiano di sparire a causa della pandemia. È  questo l’allarme della Confesercenti, in occasione dell’incontro tra il ministro del Lavoro Andrea Orlando e le parti sociali. Nel dettaglio, prosegue la Confesercenti, i lavoratori in proprio e gli imprenditori sono calati nel periodo di -80 mila unità, collaboratori e coadiuvanti di -74 mila, i liberi professionisti di -50 mila.

In generale, si è visto con gli ultimi dati Istat relativi a occupati e disoccupati, i livelli di occupazione e disoccupazione sono inferiori a quelli di febbraio 2020, quando è scoppiata la pandemia di coronavirus (rispettivamente di oltre 420 mila e di quasi 150 mila unità), mentre l’inattività risulta superiore di oltre 400 mila unità. Rispetto a febbraio 2020, il tasso di occupazione è più basso di 0,9 punti percentuali e quello di disoccupazione di 0,4 punti.

Ma andando ad analizzare le tipologie contrattuali, la diminuzione degli occupati nell’ultimo mese del 2020 ha coinvolto i dipendenti permanenti (-0,1%), quelli a termine (-0,3%), ma soprattutto gli autonomi (-1,5%). Nei 12 mesi, però, il calo degli occupati registrato non riguarda i permanenti, che sono anzi cresciuti dell’1% (+158 mila), ma esclusivamente i dipendenti a termine (-13,2%, pari a -393 mila) e gli indipendenti (-4%, pari a -209 mila).

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Oms-Ecdc: «Variante Delta dominante in gran parte dell’Europa»

La variante Delta della Sars-CoV-2 «si sta diffondendo rapidamente in tutta Europa ed è ora diventata il ceppo dominante in gran parte della regione». Lo sostengono…

23 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: in Italia, l’indice Rt sopra quota 1 per la prima volta dal 26 marzo

In Italia, l’indice Rt si è attestato a 1,26, in crescita rispetto allo 0,91 della scorsa settimana. È quanto emerge dalla cabina di regia per…

23 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 192,7 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 192.735.392. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

23 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Xi Jinping in Tibet promette «una nuova era»

«Una nuova era» e «un nuovo capitolo di stabilità duratura e di sviluppo di alta qualità per la regione»: è quanto ha voluto assicurare il…

23 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia