Commercio estero, su export verso paesi extra-Ue | T-Mag | il magazine di Tecnè

Commercio estero, su export verso paesi extra-Ue

Aumento congiunturale anche per l’import. A marzo 2021, le esportazioni aumentano su base annua del 23,1%

di Redazione

A marzo 2021, l’Istat stima, per l’interscambio commerciale con i paesi extra Ue27, un aumento congiunturale per entrambi i flussi, più ampio per le importazioni (+6,8%) rispetto alle esportazioni (+2,5%). L’aumento su base mensile dell’export è dovuto soprattutto all’aumento delle vendite di energia (+65,2%) e beni intermedi (+3,5%). Risultano in calo le vendite di beni di consumo non durevoli (-1%). Dal lato dell’import, tranne che per i beni strumentali (-5,1%), si rilevano incrementi congiunturali diffusi, i più marcati per energia (+23,4%) e beni di consumo non durevoli (+7,6%).

Nel primo trimestre 2021, rispetto al trimestre precedente, l’export diminuisce dello 0,7%, per effetto principalmente del calo delle vendite di beni strumentali (-4,4%); l’import, invece, segna un rialzo congiunturale del 5,6%, cui contribuisce soprattutto il forte incremento degli acquisti di energia (+35%).

A marzo 2021, l’export aumenta su base annua del 23,1%. L‘aumento, diffuso a tutti i raggruppamenti principali di industrie, è particolarmente ampio per beni di consumo durevoli (+59,3%), energia (+38,9%) e beni strumentali (+34,1%). L’import registra una crescita tendenziale ancora più sostenuta (+35%), con forti aumenti per tutti i raggruppamenti; i più marcati riguardano beni di consumo durevoli (+91%), beni strumentali (+44%) e beni intermedi (+40,5%).

La stima del saldo commerciale a marzo 2021 è pari a +4.797 milioni (+5.073 a marzo 2020). Aumenta l’avanzo nell’interscambio di prodotti non energetici (da +7.053 milioni per marzo 2020 a +7.470 milioni per marzo 2021). Nel periodo di riferimento si registra poi un marcato aumento su base annua dell’export verso Cina (+47%), paesi Asean (+41%), paesi Mercosur (+38,2%), Svizzera (+35,7%), paesi Opec (+24,9%) e Turchia (+24,6%). Gli acquisti da Cina (+89,7%), paesi Opec (+62,6%), paesi Mercosur (+47,3%), Turchia (+37,7%) e Regno Unito (+30,7%) registrano incrementi tendenziali molto più ampi della media delle importazioni dai paesi extra Ue27. Gli acquisti dagli Stati Uniti (-1,2%) sono in lieve calo.

«Dopo il lieve calo di febbraio – è il commento dell’Istat –, l’export registra a marzo un nuovo rialzo congiunturale spiegato per oltre la metà dall’aumento delle vendite di energia. Rispetto a marzo dello scorso anno, mese in cui le esportazioni italiane iniziarono a subire gli effetti della crisi sanitaria, la crescita dell’export è molto sostenuta e determinata per due terzi dall’aumento delle vendite di beni strumentali e beni intermedi. La crescita dell’export è diffusa verso tutti i principali partner commerciali extra Ue; nettamente superiore alla media è l’aumento delle vendite verso la Cina. Anche il rialzo congiunturale dell’import, più marcato di quello dell’export, è dovuto soprattutto ai maggiori acquisti di energia. Il deciso incremento tendenziale, giunto dopo un anno di ampie flessioni, riguarda in maniera generalizzata tutti i comparti».

 

Scrivi una replica

News

Olanda, si dimette la ministra degli Esteri

Sigrid Kaag, ministra degli esteri dell’Olanda, si è dimessa in seguito alla decisione della camera bassa del Parlamento che ha approvato una mozione contro il…

17 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, secondo i sondaggi cala l’approvazione all’operato di Joe Biden

Secondo i sondaggi americani, l’approvazione all’operato di Joe Biden è scesa a settembre al 45% rispetto al 54% di aprile. A pesare è la decisione…

17 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Rientrati i tre astronauti cinesi dopo la missione record di tre mesi

Sono rientrati i tre astronauti cinesi partiti lo scorso giugno per la stazione spaziale Tiangong. La loro missione è durata tre mesi ed è stata…

17 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Maio: “Serve una Difesa europea”

“Il ritiro Usa dall’Afghanistan e l’accordo per la fornitura di sottomarini nucleari all’Australia da parte di Usa e Gb mostrano l’urgenza di lanciare una vera…

17 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia