In Italia oltre 2,7 milioni di over 75 sono in «forte difficoltà» | T-Mag | il magazine di Tecnè

In Italia oltre 2,7 milioni di over 75 sono in «forte difficoltà»

A rivelarlo è l’ISTAT, sottolineando che questa fascia di popolazione presenta gravi difficoltà motorie, comorbilità, compromissioni dell’autonomia nelle attività quotidiane di cura della persona

di Redazione

In Italia, oltre 2,7 milioni di over 75 presentano gravi difficoltà motorie, comorbilità, compromissioni dell’autonomia nelle attività quotidiane di cura della persona. A sottolinearlo è l’Istat, l’Istituto nazionale di statistica, diffondendo il rapporto “Gli anziani e la loro domanda sociale e sanitaria”, realizzato nell’ambito di una collaborazione con la Commissione per la riforma dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria per la popolazione anziana istituita presso il ministero della Salute.

Scopo del rapporto: «Costruire una solida base conoscitiva per garantire adeguate forme di assistenza e servizi territoriali agli anziani», tra le classi maggiormente colpite dall’emergenza sanitaria.

Un appunto: gli over 75 rappresentano una grossa porzione della popolazione residente: stando sempre ai dati riferiti dall’ISTAT, in Italia, sono circa 6,9 milioni.

Nel report, l’ISTAT sottolinea anche che, tra gli oltre 2,7 milioni di anziani in grave difficoltà, circa 1,3 milioni – pari a circa il 18,8% dell’intera popolazione di riferimento – non riceve un aiuto adeguato in relazione ai bisogni della vita quotidiana e alle necessità di tutti i giorni, di cui circa 1 milione vive solo oppure con altri familiari tutti over 65 senza supporto o con un livello di aiuto insufficiente.

Secondo l’ISTAT, «più acutamente grave appare il bisogno di coloro che sono completamente soli» – in Italia sono ben 638.913 – «o che vivono con conviventi anziani (372.735), per un totale complessivo di oltre un milione di persone (14,7%), che vivono in abitazione da soli o molto spesso con un coniuge comunque anziano e percepiscono la mancanza di un adeguato supporto».

Ci sono poi gli anziani che vivono in ristrettezze economiche, per i quali, suggerisce l’ISTAT, occorre «un intervento immediato sul piano dell’assistenza sociale, fatto salvo un ulteriore intervento sul versante sanitario»: secondo il rapporto, sono circa 100mila (92.620) gli over 75, che vivono da soli, e appartengono alla fascia di reddito più bassa (che al massimo raggiunge i 650 euro mensili) e che diventano quasi 260mila individui se nel computo si includono anche quelli appartenenti al secondo quinto.

 

Scrivi una replica

News

Corea del Nord, Kim: «Situazione alimentare tesa»

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha ammesso che la situazione alimentare nel paese è «tesa», secondo quanto riferito dai media statali. Secondo l’agenzia ufficiale Kcna,…

16 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Covid, Francia: anticipata la fine del coprifuoco: la misura verrà interrotta il 20 giugno

La Francia anticipa la fine del coprifuoco di dieci giorni, dalla fine del mese al 20 giugno. Ad annunciato, al termine del Consiglio dei ministri,…

16 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ue dà l’ok al ritorno dei turisti americani anche non vaccinati

L’Ue apre le porte ai turisti americani anche non vaccinati. Le limitazioni cadranno anche per altri 8 Paesi: Albania, Macedonia del Nord, Serbia, Libano, Taiwan,…

16 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2020 cresce povertà assoluta, 5,6 mln, top da 2005”

“Nel 2020, sono in condizione di povertà assoluta poco più di due milioni di famiglie (7,7% del totale da 6,4% del 2019) e oltre 5,6…

16 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia