Istat: “A maggio prezzi alla produzione industria +1% e costruzioni edifici +0,8% su base mensile” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: “A maggio prezzi alla produzione industria +1% e costruzioni edifici +0,8% su base mensile”

“A maggio 2021 i prezzi alla produzione dell’industria aumentano dell’1,0% su base mensile e dell’8,0% su base annua. Sul mercato interno i prezzi aumentano dell’1,3% rispetto ad aprile e del 10,0% su base annua. Al netto del comparto energetico, i prezzi crescono dell’1,0% su base congiunturale e mostrano una crescita tendenziale meno marcata (+4,2%). Sul mercato estero i prezzi aumentano su base mensile dello 0,7% (+0,9% per l’area euro, +0,5% per l’area non euro) e registrano un incremento su base annua del 3,5%, meno ampio rispetto a quello sul mercato interno e sintesi di aumenti quasi analoghi nelle due aree di sbocco, euro (+3,6%) e non euro (+3,4%). Nel trimestre marzo-maggio 2021, rispetto ai tre mesi precedenti, i prezzi alla produzione dell’industria crescono del 2,9%. La dinamica congiunturale è più sostenuta sul mercato interno (+3,3%) rispetto a quello estero (+1,9%). A maggio 2021, con riferimento al comparto manifatturiero, si rilevano aumenti tendenziali per quasi tutti i settori; i più marcati riguardano coke e prodotti petroliferi raffinati (+39,6% mercato interno, +64,9% area non euro), metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+10,9% mercato interno, +14,6% area euro, +10,6% area non euro) e prodotti chimici (+7,4% mercato interno). Le uniche flessioni interessano prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (-0,4% area euro, -0,6% area non euro), industria del legno, della carta e stampa e mezzi di trasporto (rispettivamente -1,0% e -0,8% per l’area non euro).

A maggio 2021 i prezzi alla produzione delle costruzioni per edifici residenziali e non residenziali crescono dello 0,8% su base mensile e del 3,5% su base annua. I prezzi di strade e ferrovie aumentano dello 0,3% in termini congiunturali e del 3,0% in termini tendenziali. Nel primo trimestre 2021 i prezzi alla produzione dei servizi diminuiscono dello 0,4% sul trimestre precedente e aumentano dello 0,5% su base annua (da -0,8% del quarto trimestre 2020). La flessione tendenziale più ampia interessa i servizi di telecomunicazione (-7,6%); l’incremento tendenziale più elevato riguarda i servizi di trasporto aereo (+40,2%)”. E’ quanto scritto dall’Istat nella nota sui prezzi alla produzione dell’industria, delle costruzioni e dei servizi

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus: l’Aifa dà il via libera all’utilizzo del vaccino Moderna per la fascia d’età tra i 12 e i 17 anni

La Commissione Tecnico Scientifica dell’AIFA, l’Agenzia italiana del Farmaco, ha dato il via libera all’estensione di indicazione di utilizzo del vaccino Spikevax (Moderna) per la…

28 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: a livello globale, i contagi hanno superato i 195,5 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 195.507.680. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

28 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, obbligo di mascherina per tutti i dipendenti della Casa Bianca

I dipendenti della Casa Bianca dovranno indossare nuovamente le mascherine all’interno dell’edificio e in tutta l’area circostante, per prevenire la diffusione del coronavirus. La decisione…

28 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Sale la fiducia dei consumatori a luglio: 116,6. In crescita anche la fiducia delle imprese a 116,3”

“A luglio 2021 si stima un aumento sia dell’indice del clima di fiducia dei consumatori (da 115,1 a 116,6) sia dell’indice composito del clima di…

28 Lug 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia