Servizi, a luglio crescita record per l’attività del settore | T-Mag | il magazine di Tecnè

Servizi, a luglio crescita record per l’attività del settore

L’indice PMI, calcolato da IHS Markit, ha raggiunto i 58 punti, toccando il livello più alto degli ultimi 14 anni

Di Redazione

Secondo gli ultimi dati PMI raccolti nel mese di luglio, il settore italiano dei servizi ha registrato la crescita più forte degli ultimi 14 anni, grazie all’allentamento delle restrizioni da COVID-19 e al ritorno dei viaggi internazionali che hanno incrementato la domanda da parte dei clienti. La ripresa record nelle nuove attività di esportazione ha fornito una spinta notevole al settore, con il totale dei nuovi ordini che è aumentato al ritmo più rapido dalla fine del 2017. Le aziende a luglio hanno anche continuato ad assumere personale aggiuntivo, registrando il più forte incremento occupazionale in quasi due anni, il che riflette in parte le pressioni sostenute sulla capacità.

L’indice principale di questo report, ovvero l’Indice destagionalizzato delle Attività Economiche – che si basa su una singola domanda che chiede alle aziende intervistate di tracciare i cambiamenti della loro attività rispetto al mese precedente – da 56.7 di giugno è salito a luglio a 58.0, segnalando una terza ripresa mensile consecutiva della produzione terziaria italiana, la più forte registrata da luglio 2007. Essenziale per la crescita è stata un’ulteriore ripresa della domanda da parte dei clienti durante il mese di luglio.

L’afflusso di nuovi ordini è aumentato per il terzo mese consecutivo, indicando il tasso di espansione più veloce da dicembre 2017 e nel complesso forte. Secondo i partecipanti all’indagine, l’allentamento delle restrizioni e la riapertura del settore hanno progressivamente liberato il flusso della domanda finora repressa. L’incremento delle vendite di luglio è stato anche alimentato dai mercati internazionali. I nuovi ordini destinati all’esportazione sono aumentati di nuovo, registrando la crescita più veloce dall’inizio della serie storica, nel 2014.

Di conseguenza, le aziende terziarie in Italia hanno continuato ad assumere personale aggiuntivo a luglio, estendendo l’attuale sequenza di creazione occupazionale iniziata a maggio. L’ultimo aumento degli organici è stato il più veloce dalla fine del 2019 e complessivamente solido. La necessità di aumentare la forza lavoro è derivata anche dalle maggiori pressioni sulla capacità operativa di luglio, dato che il livello di ordini inevasi è aumentato per il quarto mese consecutivo. Le aziende monitorate hanno attribuito l’ultimo aumento alle forti vendite.

Detto questo, il tasso di accumulo degli arretrati è rallentato segnando un ritmo lieve. Le pressioni inflazionistiche si sono ulteriormente intensificate a luglio. I costi affrontati dalle imprese di servizi italiane sono aumentati per il quattordicesimo mese consecutivo, con il tasso d’inflazione più elevato in quasi 13 anni. Come risposta, le aziende hanno nuovamente aumentato i loro prezzi medi di vendita a luglio, annotando che per mantenere i margini, hanno trasferito, dove possibile, l’aumento dei costi sui clienti. Il tasso d’inflazione delle tariffe è rimasto lieve e pressoché invariato.

Guardando al futuro, le aziende italiane di servizi sono rimaste ottimiste circa l’aumento dell’attività nei prossimi 12 mesi. La fiducia è legata, secondo i partecipanti, alle speranze di una ripresa sostenuta della domanda da parte dei clienti e di una continua ripresa economica. Il livello di fiducia si è moderato notevolmente nel corso del mese, ma è ancora elevato nel contesto dei dati storici.

 

Scrivi una replica

News

Draghi: «Il governo candiderà Roma per ospitare Expo 2030»

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha annunciato che Roma sarà candidata a ospitare Expo 2030. «Si tratta senz’altro di una grande opportunità per lo…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gran Bretagna, crisi della benzina fa salire i prezzi ai massimi da 8 anni

Continua la crisi della benzina in Gran Bretagna, dove i prezzi del verde sono arrivati ai massimi da otto anni e il prezzo medio di…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «Balzo degli esposti dei clienti contro le banche nel 2020»

«Balzo, nel 2020, degli esposti alla Banca d’Italia su presunti comportamenti anomali di banche e intermediari finanziari, a causa delle “lamentele all’accesso alle misure governative…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Afghanistan, sistema bancario al collasso

Il sistema bancario dell’Afghanistan è vicino al collasso. Questo è l’allarme lanciato alla Bcc dal capo di uno dei maggiori istituti di credito dell’Afghanistan.…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia