Ambiente, pubblicata la bozza del documento finale della Cop26: «Ridurre emissioni CO2 del 45% entro il 2030» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ambiente, pubblicata la bozza del documento finale della Cop26: «Ridurre emissioni CO2 del 45% entro il 2030»

Una bozza del documento finale della Cop26, il vertice sul clima delle Nazioni Unite in corso a Glasgow, è stata pubblicata dalla presidenza britannica. Il testo lungo sette pagine dovrà essere esaminato dai singoli governi. Il documento invita i Paesi a «rivisitare e rafforzare» entro la fine dell’anno prossimo gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 per il 2030 nell’ambito dei rispettivi piani nazionali. Nella bozza si legge che la necessità di ridurre «il limite di emissioni globali di anidride carbonica a 1,5°C al 2100 richiede rapide, profonde riduzioni delle emissioni globali di gas serra», inclusa «la riduzione di emissioni globali di anidride carbonica del 45% al 2030 rispetto al livello del 2010», così da poter centrare il target dello «zero netto intorno alla metà del secolo». Il documento chiede anche ai Paesi di imprimere un’accelerazione alla graduale eliminazione del carbone e dei sussidi per i combustibili fossili, invitando i Paesi sviluppati a raddoppiare i finanziamenti per il clima per aiutare i Paesi in via di sviluppo ad adattarsi ai cambiamenti climatici. Nella bozza si «riconosce il ruolo dei soggetti non statali, compresa la società civile, i popoli indigeni, i giovani e altri soggetti, nel contribuire ai progressi verso l’obiettivo della Convenzione e gli obiettivi dell’Accordo di Parigi» del 2015. I negoziatori «sono agi ultimi metri, i più duri», per provare a «trasformare le promesse in azione sul cambiamento climatico…ma vi è ancora molto da fare», ha commentato il premier britannico, Boris Johnson.

 

1 Commento per “Ambiente, pubblicata la bozza del documento finale della Cop26: «Ridurre emissioni CO2 del 45% entro il 2030»”

Scrivi una replica

News

Ucraina, Zelensky: «La Russia deve essere riconosciuta come uno stato sponsor del terrorismo»

«La Russia deve essere riconosciuta come uno stato sponsor del terrorismo. Il mondo può e quindi deve fermare il terrore russo». Lo ha scritto su…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Draghi: «Ci ritroviamo con una Ue più unita, una NATO più unita»

«Gli effetti di questa guerra sono imprevedibili, ci ritroviamo con una Ue più unita, una NATO più unita e probabilmente più grande: i Paesi cercano…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Vladimir Putin non sarà presente al prossimo G20»

«Vladimir Putin non sarà presente al prossimo G20». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, esclude la presenza del leader del Cremlino, al prossimo G20…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Siccità, Curcio: «Stato d’emergenza, dopo che saranno decise le misure»

«Lo stato di emergenza» a causa della siccità «è un atto del governo e si farà quando avremo le idee chiare sulle misure» da applicare.…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia