Coronavirus, in aumento i nuovi casi e i ricoveri | T-Mag | il magazine di Tecnè

Coronavirus, in aumento i nuovi casi e i ricoveri

Lo riferisce la Fondazione Gimbe, denunciando un rallentamento della campagna vaccinale. Ad oggi sono 5,7 milioni gli over 50 che non hanno ricevuto neanche una dose

di Redazione

Peggiorano tutti gli indicatori che fotografano l’attuale situazione epidemiologica in Italia. Secondo la Fondazione Gimbe, che monitora l’andamento della pandemia nel nostro paese, sono in aumento rispetto la settimana precedente i casi settimanali (+37,7%), i ricoveri in ospedale (14,8%) e i posti letto occupati in terapia intensiva (+9,4%). «Per la terza settimana consecutiva si conferma un incremento dei nuovi casi settimanali e una media giornaliera più che raddoppiata in meno di un mese, da 2.456 il 15 ottobre a 5.870 il 9 novembre», dice il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, commentando i dati relativi alla settimana che va dal 3 al 9 novembre. 

Photo by Gabriella Clare Marino on Unsplash

Ad oggi gli attualmente positivi hanno superato la soglia dei 100 mila casi. L’aumento dei casi coinvolge tutte le Regioni – nessuna rischia il passaggio in zona gialla –, anche se non mancano differenze a livello territoriale: si passa dall’incremento del 12,7% della Toscana al 75,3% della provincia autonoma di Bolzano. In 66 Province è stata registrata un’incidenza pari (o superiore) a 50 casi per 100.000 abitanti: in Friuli-Venezia Giulia, Lazio e Veneto tutte le Province superano tale soglia. «Numeri che dovrebbero indurre gli amministratori locali a considerare restrizioni su base comunale o provinciale, per evitare che la diffusione del contagio trascini l’intera Regione in zona gialla», osserva Cartabellotta. 

In crescita anche i numeri che raccontano la situazione sul fronte ospedaliero, anche se, a livello nazionale, il tasso di occupazione rimane molto basso (6% in area medica e 5% in terapia intensiva), ma con notevoli differenze regionali. Nel dettaglio, nessuna Regione supera la soglia del 15% per l’area medica mentre Friuli-Venezia Giulia (11%) e Marche (11%) superano quella del 10% per l’area critica.

Capitolo vaccini: sottolineando un crollo del 75% in tre settimane delle prime dosi e un numero notevole di over 50 ancora da vaccinare – sono 5,7 milioni –, la Fondazione Gimbe chiede un «cambio di marcia» nella campagna di somministrazione «per contenere la quarta ondata».

 

Scrivi una replica

News

Petrolio: Wti a 70,4 dollari al barile e Brent a 74,1 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 70,4 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 74,1 dollari.…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 124 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 124 punti.…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Super Green Pass, Costa: «Inizia una nuova fase nel Paese»

«Da oggi inizia una nuova fase nel Paese». Così il sottosegretario alla Salute Andrea Costa intervenendo come ospite a SkyTg24, nel giorno dell’entrata in vigore…

6 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Birmania, Aung San Suu Kyi condannata a due anni

Alla fine la giunta militare birmana ha ridotto da quattro a due anni la pena inflitta al Nobel per la pace, Aung San Suu Kyi,…

6 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia