L’Italia in crisi demografica | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’Italia in crisi demografica

In 15 anni in Italia sono oltre 600 mila i minori in meno e un milione in più quelli in povertà assoluta. La pandemia ha aggravato le disuguaglianze economiche

di Redazione

Con il Covid-19 molte famiglie hanno vissuto un crollo drastico del reddito disponibile, l’incidenza della povertà ha raggiunto livelli mai registrati dagli inizi di questa misurazione e la contrazione della spesa media delle famiglie con figli, anche del ceto medio e alto, nel 2020, è stata abbastanza generalizzata. In altri termini, la crisi pandemica ha aggravato una situazione che già di per sé stava mostrando delle crepe e mette in risalto, una volta di più, la crisi demografica che l’Italia sta attraversando. A dirlo è la XII edizione dell’Atlante dell’infanzia a rischio in Italia 2021, Il futuro è già qui, di Save The Children, a pochi giorni dalla Giornata mondiale dell’infanzia e dell’adolescenza. 

Per capire il quadro di riferimento: in 15 anni in Italia sono oltre 600 mila i minori in meno e un milione in più quelli in povertà assoluta, con gli ultimi dieci anni caratterizzati da scarsi investimenti nell’istruzione, in particolare nei servizi alla prima infanzia e nel tempo pieno.

La povertà assoluta, sottolinea ancora Save The Children, ha visto una crescita continua negli ultimi 15 anni e ha registrato una lieve frenata solo nel 2019, con l’entrata in vigore del reddito di cittadinanza. Poi, nel 2020, con l’arrivo della crisi innescata dalla pandemia, la corsa della povertà assoluta è ripresa e, su tre milioni di individui beneficiari del reddito di cittadinanza, 753 mila sono minorenni.

«Di fronte a un simile scenario – scrive l’associazione – sarà fondamentale il monitoraggio dell’efficacia delle misure di sostegno al reddito alle famiglie messe in campo dal governo. Una spinta importante verrà dai nuovi investimenti sull’infanzia annunciati con il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) che dovranno contribuire a colmare le tante mancanze causate dai ripetuti tagli al welfare e all’istruzione del decennio passato. L’Italia è il paese con la più scarsa mobilità sociale tra quelli industrializzati e il reddito delle persone è sempre più legato alle condizioni socio-economiche dei genitori. Non sarà facile quindi invertire il trend di aumento delle disuguaglianze, ma è una sfida davvero urgente da affrontare per imboccare una strada più sostenibile verso il futuro». 

Inoltre, la quota di under-18 in povertà relativa presenta forti disuguaglianze territoriali con differenze significative tra regione e regione. Se in Trentino Alto Adige la stima era dell’8%, meno di 1 minore su 12 in povertà relativa, in Campania e Basilicata era del 34%, riguardava cioè 1 bambino su 3, nel 2020. 

L’Eurostat ha calcolato anche la povertà alimentare tra i bambini, facendo cioè una stima del numero di minori che non consumava neanche un pasto proteico al giorno. Nel 2019 il 6% dei minori tra 1 e 15 anni sperimentava questa forma di povertà, con livelli elevati anche in una regione ricca come la Lombardia, dove risiede un numero elevato di famiglie di origine straniera. Nel 2020, con la chiusura prolungata di scuole e mense, la povertà alimentare potrebbe aver colpito ancora più bambini in condizioni svantaggiate.

 

Scrivi una replica

News

Emergenza sanitaria: da lunedì Alto Adige in zona gialla

Da lunedì l’Alto Adige sarà in zona gialla. Lo ha annunciato l’assessore alla sanità Thomas Widmann, confermando le indiscrezioni circolate nelle ultime ore. Nel dare…

30 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Barbados, addio alla Corona: diventa una repubblica

Barbados si è autoproclamato ufficialmente una repubblica, rimuovendo la Regina Elisabetta II dal suo titolo di capo di stato, in una cerimonia che ha visto…

30 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, Zemmour annuncia candidatura a presidenziali

Il polemista francese, Eric Zemmour, ha annunciato ufficialmente la sua candidatura alle presidenziali e lo ha fatto attraverso un video diffuso online con «un messaggio…

30 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, in Ucraina 10.554 nuovi casi e 561 vittime

Sono 10.554 i nuovi casi da coronavirus in Ucraina, dove si registrano anche 561 vittime.…

30 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia