Legambiente: in aumento gli eventi estremi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Legambiente: in aumento gli eventi estremi

Secondo l’organizzazione soltanto nell’ultimo anno sono stati 133, pari al 17,2% in più rispetto alla scorsa edizione dell’Osservatorio Città Clima. Il primato spetta a Roma

di Redazione

Dal 2010 al 1° novembre 2021, in Italia, sono stati registrati 1.118 eventi estremi. Lo rende noto il rapporto annuale dell’Osservatorio Città Clima di Legambiente, realizzato con il contributo del Gruppo Unipol e con la collaborazione scientifica di Enel Foundation, sottolineando che soltanto nell’ultimo anno gli eventi estremi sono stati 133, pari al 17,2% in più rispetto alla scorsa edizione del report. In crescita anche il numero dei comuni coinvolti: sono stati 602, cioè 95 in più su base annua (+18%).

L’elenco degli eventi estremi è piuttosto lungo, variegato e comprende allagamenti causati da piogge intense – nel periodo considerato sono stati 486, dice il rapporto –, stop delle infrastrutture da piogge intense (406 casi), eventi con danni causati da trombe d’aria (308), eventi causati da esondazioni fluviali (134), danni provocati da prolungati periodi di siccità e temperature estreme (48), frane causate da piogge intense (41) e danni al patrimonio storico (18).

Tra le città italiane coinvolte, alcune risultano più colpite di altre: secondo il rapporto, il primato spetta a Roma. Dal 2010 al 1° novembre 2021, nella Capitale sono stati registrati 56 eventi – nove nell’ultimo anno –, di cui oltre la metà ha riguardato allagamenti a causa di piogge intense (32).

A seguire Bari con 41 eventi, principalmente allagamenti da piogge intense (20) e danni da trombe d’aria (18), e Milano: nel capoluogo lombardo gli eventi sono stati 30, tra cui almeno 20 esondazioni dei fiumi Seveso e Lambro.

Tutto questo ha un costo, ovviamente: nel rapporto, Legambiente aggiunge che, stando ai dati forniti dalla Protezione civile, ogni anno spendiamo 1,55 miliardi di euro in un rapporto di 1 a 5 tra spese per la prevenzione e quelle per riparare i danni.

 

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia